Il "ConcOrso" per salvare l’orso bruno marsicano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1282

PESCARA – “Il ConcOrso” è la simpatica iniziativa presentata dalla Regione in questi giorni e, rivolta a tutti gli studenti delle scuole medie abruzzesi, site nei parchi nazionali. Non è il solito concorso dove si vincono giochi o denaro bensì si avrà la possibilità di adottare a distanza un orso bruno marsicano. Una volta deciso il vincitore, infatti, il fortunato riceverà la foto dell'amico animale, le notizie sui suoi spostamenti, sul letargo e sui cuccioli se, si tratterà di una femmina. Inoltre, il concorso permetterà di vivere un'esperienza unica: la possibilità di passare un'intera notte con un esperto che accompagnerà il vincitore nei boschi alla ricerca dell'orso adottato.
Si potrà vincere scegliendo una delle cinque specialità messe a disposizione degli studenti:
«La pRosa canina», «Versi di…Versi», «Liberiamo i colori», «Ricerca sull'orso su supporto informatico» e «Io non rifiuto ma ri..fiuto».
Racconti fantasiosi, versi poetici, elaborati artistici, sculture realizzate con oggetti smessi e ricerche minuziose sul simpatico orso, saranno le proposte che saranno valutate, il prossimo 24 maggio, da una commissione d'eccezione che deciderà chi è riuscito ad ottenere l'ambito premio. La scelta del 24 maggio non è casuale, infatti, nel 1909 in Svezia e, proprio in quel giorno fu istituito il primo sistema europeo di parchi.
«Sicuramente l'iniziativa è piccola cosa rispetto al grave pericolo d'estinzione che minaccia l'orso marsicano – ha dichiarato la responsabile del progetto Annabella Pace – ma, altre strategie, sono state messe in atto per cercare di preservare al meglio tale specie. Abbiamo però creduto – ha continuato Annabella Pace – che i ragazzi, preziosi messaggeri d'informazioni e severi critici dei cattivi comportamenti degli adulti possano, con la loro sensibilità, contribuire a diffondere la conoscenza di un animale che rischia di scomparire a causa dei comportamenti dell'uomo».
Il progetto, patrocinato dall'Assessorato Parchi, Territorio, Ambiente ed Energia ha poi coinvolto il Corpo Forestale dello Stato di Castel di Sangro, l'Università “la Sapienza” di Roma, la Sovrintendenza Scolastica Regionale per l'Abruzzo, l'associazione aquilana “La Fabbrica di Cioccolata”e, tutti gli studenti interessati all'adesione, possono informarsi dai propri insegnanti per chiedere se, anche la loro scuola, ha deciso di aderire a tale iniziativa.
Ivan D'Alberto 13/02/2006 11.50