Verdi: consentire l'accesso ai cani sulle spiagge

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

691

Il Capogruppo dei Verdi alla Regione Abruzzo, Walter Caporale, ha inviato una lettera, alla Giunta, ai sindaci dei Comuni della Costa abruzzese e al Direttore del Demanio Marittimo, per proporre una modifica dell'Ordinanza Balneare Regionale del 2005, che all'articolo 4 inserisce un limite di taglia degli animali, vietando l'accesso in spiaggia ai cani che superano il peso di 6-7 Kg, che sarebbe a suo dire l'unico caso in Italia.
«Sono oltre centomila gli abruzzesi che posseggono un cane, a cui si aggiungono milioni di turisti con animali, che potrebbero scegliere la costa abruzzese per le vacanze estive», spiega Caporale,«purtroppo, le restrizioni che sono state poste dall'Ordinanza Balneare regionale del 2005 – l'accesso è consentito solo ai cani che pesano meno di sette chili (in pratica, nessun animale tranne un cucciolo) - rendono impossibile l'accesso ai cani nelle spiagge dalla nostra Regione, con notevole danno per l'economia e per la promozione turistica».
«Al fine di contrastare il preoccupante fenomeno dell'abbandono di animali, in coincidenza con il periodo delle vacanze e per promuovere l'arrivo di turisti nella Regione», rende noto, «ho inviato una lettera agli uffici competenti, affinché nella redazione dell'Ordinanza Balneare 2006 venga seguito l'esempio di Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Liguria e quindi venga eliminato il limite di peso per i cani che accedono in spiaggia, dove potranno essere individuate aree apposite».

I titolari delle concessioni degli stabilimenti possono, inoltre, stabilire se l'ingresso è ammesso o no agli animali.
11/02/2006 9.30