Nasce la "cabina di regia" tra Province e Regione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

622

«Si realizza un fatto istituzionale di grande importanza che evidenzia la ritrovata sintonia tra Province e Regione».
Così l'assessore alle Autonomie locali e sussidiarietà verticale, Giovanni D'Amico, ha commentato l'approvazione, da parte della Giunta, del provvedimento di attuazione di decentramento, attraverso la costituzione di una "Cabina di regia" Regione/Province.
«Uno strumento rilevante - ha sottolineato D'Amico - mai adottato finora, che individua nel federalismo e nelle riforme istituzionali uno degli obiettivi fondamentali da perseguire nei prossimi anni».
La "Cabina di regia" è un coordinamento tecnico unitario costituito dal responsabile regionale della Direzione "Riforme istituzionali, enti locali e controlli" e dai direttori generali delle quattro Province abruzzesi.
Previsto anche il contributo del Servizio "Riforme istituzionali e rapporti con gli enti locali" e dell'Ufficio "Coordinamento e supporto" alla direzione "Riforme istituzionali, enti locali e controlli".
Alla "Cabina di regia" sono affidate funzioni di indirizzo e di coordinamento. Attraverso la stessa vengono fornite indicazioni ai tavoli tecnici tematici per la elaborazione di proposte dirette alla Conferenza permanente Regione/Enti locali. In tal modo la Regione potrà, tra l'altro, verificare lo stato di attuazione delle funzioni già conferite alle Province, con particolare riferimento al trasferimento delle risorse umane, finanziarie e strumentali, vagliare il conferimento di ulteriori competenze, e rivisitare le leggi regionali 72/98 ed 11/99 alla luce della riforma del titolo V della Costituzione.
08/02/2006 12.18