Un progetto per recintare il parco Sirente-Velino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

581

«Un progetto di recinzione a protezione degli animali lungo tutto il tratto ferroviario che attraversa la Valle Subequana è stato già previsto dall'assessorato all'Ambiente».
Lo sostiene l'assessore all'Ambiente Franco Caramanico, rispondendo alla richieste avanzate dal direttore del parco Sirente-Velino che, a proposito dei lupi trovati morti a Tione degli Abruzzi, aveva sollecitato interventi da parte della Regione per la realizzazione lungo la linea ferroviaria che attraversa il parco.
«Questo intervento - spiega Caramanico - fa parte di una serie di azioni poste a tutela della fauna selvatica . L'ultimo incidente che ha visto rimanere vittime due lupi travolti dal treno in corsa dimostra la pertinenza dei questo provvedimento preso dall'amministrazione regionale».
L'assessore Caramanico spiega poi come si svilupperà l'intervento.
«Il progetto che andremo a realizzare, reso possibile da una delibera Cipe che destina tutta una serie di fondi a tutela delle aree protette, prevede la recinzione lineare della sede ferroviaria per almeno quattro chilometri lungo la massicciata laterale. In tal modo - conclude l'assessore all'Ambiente - si riuscirà a chiudere il percorso più utilizzato e più pericoloso per gli animali selvatici. Si tratta di un piano di interventi coerente con le finalità della legge quadro regionale sulle aree protette che ha tra i suoi obiettivi anche quello della conservazione e dello sviluppo della biodiversità».
01/02/2006 16.06