Sisma e calamità naturali: mutuo di 8 milioni della regione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

695

L'assessore alla Protezione civile, Tommaso Ginoble, ha reso noto che la Regione ha stipulato un mutuo pari a 8.773.721,76 euro per finanziare gli interventi per la ricostruzione a seguito del sisma del 1984 e delle calamità naturali.
Il mutuo è stato contratto, dopo una procedura di gara informale con dieci istituti bancari di rilevanza nazionale, con la Banca OPI S.p.A (banca per la finanza alle opere pubbliche ed alle infrastrutture), del gruppo bancario San Paolo IMI.
In particolare, come ha puntualizzato Ginoble, il mutuo di euro 1.779.515,91, contratto ai sensi della ex ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3444 del 27 giugno 2005 (art.3), sarà destinato agli interventi di riparazione e ricostruzione delle unità abitative danneggiate a seguito del sisma del 1984, rientranti nelle priorità "A" e "B" equiparata ad "A". I fondi verranno ripartiti fra quei Comuni che devono soddisfare tali priorità.
Il mutuo di euro 6.994.205,85, contratto ai sensi della ex ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3464 del 29 settembre 2005, sarà destinato alla prosecuzione degli interventi e dell'opera di ricostruzione nei territori colpiti da calamità naturali, per i quali è intervenuta la dichiarazione dello stato di emergenza di cui all'art.5 della legge 24 febbraio 1992, n.225.
«Le risorse - conclude Ginoble - verranno destinate alle avversità della primavera 2005 che hanno interessato la nostra Regione con forti precipitazioni nevose».
16/01/2006 18.15