Tante proposte per salvare la Finmek di Sulmona aspettando l'incontro di domani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1056

SULMONA. Si è svolto ieri un vertice per fare chiarezza sulla presunta vendita dello stabilimento Finmek. Intanto occhi puntati sull'incontro di domani al Governo e su quello nazionale fissato il prossimo 17 gennaio
Una piattaforma di proposte per la salvaguardia dello stabilimento e delle unità lavorative della Finmek di Sulmona è stata elaborata tra Regione, Provincia, Comune di Sulmona, Consorzio per il Nucleo industriale, Sviluppo Italia e Cgil, Cisl e Uil, i cui rappresentanti si sono riuniti nella serata di ieri presso la sede del Nucleo industriale di Sulmona.
La riunione ha avuto lo scopo di analizzare la situazione del sito industriale sulmonese dopo l'annuncio della Erfin, finanziaria che fa capo alla Ericsson, di vendere tale sito, nel quale da oltre dieci anni è concentrata la produzione della Finmek, alla Konor srl.
Per la Regione erano presenti gli assessori al Lavoro, Fernando Fabbiani, e alle Attività produttive, Valentina Bianchi.
A tal proposito, i soggetti che hanno partecipato all'incontro hanno stabilito di percorrere «azioni utili che saranno esplicitate al tavolo della trattativa con Borghini già nella riunione di venerdì».
Per quel giorno, infatti, il Sottosegretario al Lavoro, Maurizio Sacconi, ha convocato Regione Abruzzo e il direttore della task-force sull'occupazione, Gianfranco Borghini, per le questioni previdenziali legate alla vertenza Abruzzo.
In quella sede, si chiederà a Borghini un incontro preliminare alla riunione sulla vertenza nazionale Finmek fissata per il 17 gennaio, per chiedere ipotesi reali di salvaguardia dello stabilimento Finmek di Sulmona.
Inoltre si faranno presente a Borghini azioni di prelazione sull'acquisto dello stabilimento Finmek messo in vendita dalla Erfin e l'invito dei sindacati e delle istituzioni al Consorzio industriale di Sulmona di verificare l'attuazione di tale percorso. Le richieste a Borghini riguarderanno anche il mantenimento nella vertenza nazionale della questione della Finmek di Sulmona e la necessità di mantenere attivo il sito produttivo.
Tutti i soggetti presenti alla riunione si sono impegnati a promuovere iniziative di rilancio dello sviluppo delle attività produttive nel comprensorio sulmonese attraverso l'individuazione di progetti e strumenti.
12/01/2006 12.06