I "grandi obiettivi" della Sanità abruzzese secondo Mazzocca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

834

L'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca, stamane, nella sede dell'assessorato, a Pescara, ha incontrato una delegazione di sindaci del comprensorio dell'Alto Sangro.
Il portavoce della delegazione, Umberto Murolo, sindaco di Castel di Sangro, ha espresso all'assessore il bisogno urgente di risoluzione dei problemi legati al potenziamento del presidio ospedaliero di Castel di Sangro e al miglioramento della rete di servizi sanitari sul territorio.
Al riguardo il sindaco Murolo ha fatto riferimento alle previsioni già contenute nel piano di edilizia sanitaria, risalente alla trascorsa legislatura regionale.
L'assessore Mazzocca ha assicurato sostegno alle attese del comprensorio dell'Alto Sangro, annunciando ai sindaci che entro gennaio sarà in visita nell'ospedale di Castel di Sangro, subito dopo l'insediamento del nuovo direttore generale dell'Asl Sulmona-Castel di Sangro-Avezzano, Giancarlo Moroni.

E Mazzocca ha incontrato anche i sindacati.
«Riportare la rete ospedaliera allo standard di 4.5 per mille posti letto per abitante, protocollo ispettivo per il controllo dell'appropriatezza delle prestazioni, piano sanitario regionale per grandi obiettivi, come prevenzione, territorializzazione della sanità e integrazione sanitaria, aprendo un serio confronto con professionalità, sindaci e organizzazioni sindacali».
Sono queste le finalità annunciate stamane nell'incontro con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.
L'assessore ha ricevuto i rappresentanti delle organizzazioni sindacali per avviare un confronto sui grandi temi riguardanti il rinnovamento e miglioramento della politica sanitaria in Abruzzo. «Bisogna cambiare registro - ha ricordato Mazzocca - in proposito già l'avvio della cartolarizzazione è manovra indispensabile per coprire i debiti fino all'annualità 2004, scongiurando il rischio di vendere gioielli di famiglia o di incrementare la pressione fiscale».
Quanto all'obiettivo di abbattimento del deficit l'assessore ha dichiarato di non potere attendere risultati immediati ma di lavorare perchè questo scopo si concretizzi entro il prossimo biennio 2006/2007.
All'incontro è intervenuto anche il professore Francesco Di Stanislao, nominato direttore dell'Agenzia Sanitaria Regionale che sarà operativa dal prossimo 1° gennaio 2006.
21/12/2005 14.46