I quattrini dietro il caro estinto: 240 milioni di euro in fiori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1205

Le stime di Telefono blu calcolano gli incrementi dei prezzi anche sui funerali.
Secondo le stime dell' associazione Telefono Blu, nell'ultima settimana sono
20 milioni gli italiani che sono andati a visitare i loro cari al cimitero.
«Solo nelle giornate del 1 e del 2», spiega l'associazione che tutela i diritti dei consumatori, «possiamo parlare di 11 milioni di italiani che porteranno fiori e ricordi ai loro cari estinti».
L'evento si trasforma anche in un grande business per il settore dei fiori: «in questi giorni si spendono
circa 240 milioni di euro ( +5 % rispetto lo scorso anno ), una media di 12 euro per nucleo familiare e saranno venduti non meno di 210 milioni di crisantemi».
Il costo dei fiori varia poi a seconda della specie: per l' anthorium si spenderanno almeno almeno 8-9 euro,
8 euro per l'orchidea, 7 euro per gladioli. 6 euro per un mazzo di lilyum, 5 euro per i garofani e
3 euro per un mazzo di margherite.
«I prezzi», sottolinea Telefono Blu, «subiscono in questi giorni un incremento del 3-5%»
Ma il pubblico, soprattutto negli ultimi anni è sempre più favorevole all'acquisto dei fiori nei centri commerciali o nei supermercati più che dai fiorai specializzati: un 7 % in più, con punte del 12% nelle città del nord. Esiste poi», denuncia l'Associazione, «un mercato in nero, abusivo fatto di distributori occasionali in strade e piazzette che movimenta almeno un 1/5 del mercato stimabile in almeno 40 milioni, con prezzi dai 2 ai 5 euro».
Telefono Blu ha calcolato anche il business legato al caro estinto: i funerali passano da un minimo di 1300 euro (sepoltura 220 esumazione 60)
fino anche a 7.500 euro (loculi compresi), le lampade perpetue costano in media 30 all'anno, lampade votive occasionali 1 euro e i tipici lumini di cera 3 euro. Anche in questo caso l'incremento è superiore complessivamente al 5 % rispetto lo scorso anno.
«L'importante», assicurano, «è controllare il prezzo dei fiori su più banchi e negozi di vendita e scegliere fiori che abbiano una durata oltre la settimana. E si invitano inoltre le amministrazioni comunali a specifiche iniziative come maggiore illuminazione, lotta all'abusivismo, transennare i luoghi degli incidenti ed infortuni e raccogliere con più costanza i rifiuti, favorire gli accessi».

Sul portale www.telefonoblu.it si potranno denunciare tutte le situazioni di disagio e di malagestione abusi dentro e fuori i cimiteri anche ad un centralino nazionale 199.44.33.78.
Dal portale www.sosconsumatori.it invece si potranno denunciare tutti gli abusi nei prezzi . R.A. 2/11/2005