«L’Abruzzo è pronto per contrastare l’influenza aviaria»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

946

L'assessore alla Sanità Abruzzese, Bernardo Mazzocca, ha assicurato che «sono state date le necessarie informazioni tecniche di Medicina Veterinaria per la prevenzione del contagio e del diffondersi del virus, attraverso apposite comunicazioni del competente Servizio Veterinario della Direzione Sanità e apposite riunioni con il Comitato Regionale di Zooprofilassi, partecipando inoltre alla Conferenza Nazionale convocata dal Ministro della Salute Storace, lo scorso 18 ottobre, dove si è deciso di bloccare la caccia attraverso il richiamo vivo».

Ieri lo stesso Mazzocca aveva risposto in Consiglio ad una interrogazione del capogruppo dei Verdi, Walter Caporale.
«Abbiamo appreso», ha detto caporale, «che la Regione Abruzzo ha avviato inoltre un Piano di monitoraggio degli animali presenti negli allevamenti abruzzesi, riferito anche ai volatili d'allevamento all'aperto e alla selvaggina».

In ordine al punto in cui i Verdi chiedono le misure da approntare per far fronte ad una efficace e rapida distribuzione del vaccino e la verifica della sua efficacia, in considerazione dell'elevata mutagenicità del virus che potrebbe combinarsi con i virus influenzali trasmissibili tra esseri umani, fino a dar luogo ad una pandemia, l'Assessore ha avviato un Coordinamento con il Ministero della Salute in sede di conferenza Stato-Regioni per definire le modalità di costituzione di scorte regionali di farmaci antivirali.

«Esprimo il mio plauso per l'ottimo e tempestivo lavoro svolto dall'Assessore Mazzocca», conclude Caporale, «che non può che rassicurare l'intera collettività abruzzese. Attendiamo ora fiduciosi, constatato l'evolversi della situazione a distanza di un mese dalla presentazione dell'Interrogazione ed i rischi di contagio per mezzo degli uccelli migratori, che l'Assessore all'Agricoltura, Marco Verticelli, sospenda temporaneamente la caccia ai suddetti migratori nel territorio abruzzese al fine di prevenire ogni forma di contagio e rassicurare ulteriormente tutti i cittadini, proposta condivisa dall'87% degli italiani (sondaggio Repubblica) e dal nostro Presidente Ottaviano Del Turco, oltre che dal Vice Presidente della Commissione Europea Franco Fattini e dal Commissario Europeo all'Ambiente, Stavros Dimas». 28/10/2005 8.30