Turismo: istruzioni per l’uso.

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1083

Come evitare una strage del settore nel 2006? La Federalberghi si mette all’opera già in questi giorni. «Non possiamo più sbagliare, altrimenti passeremo dalla fase di stallo ad una paurosa contrazione» Paolini: aeroporto realtà vincente

Come evitare una strage del settore nel 2006? La Federalberghi si mette all'opera già in questi giorni. «Non possiamo più sbagliare, altrimenti passeremo dalla fase di stallo ad una paurosa contrazione»


Paolini: aeroporto realtà vincente


Dopo una stagione estiva negativa per il settore turismo è ora di correre ai ripari. La Federalberghi-Confcommercio Abruzzo ha stilato una lunga lista di proposte per risanare il turismo della regione.
«Meno 3% nel 2004 ed un meno 10% nel 2005», si legge nel documento dell'associazione, «se si vuole puntare su questo come settore strategico per lo sviluppo futuro del nostro territorio occorre dotarlo delle energie necessarie per competere sui mercati che contano: il budget della promozione dovrà essere innalzato ad un minimo dieci milioni di euro annui»
«Il turismo», si legge nel documento stilato, «rappresenta circa il 15% del pil regionale e impiega circa 200.000 addetti. Se non si fa qualcosa si passerebbe in breve da un momento di “stallo” ad una paurosa contrazione. A questo punto», di grida con forza, «necessitano vere misure urgenti. Non c'è più margine per compromessi se vogliamo avere una prospettiva di rilancio già per il 2006».
«Occorre stringere», continua il documento della Confcommercio, « un patto fra il Governo Regionale e Forze Imprenditoriali dell'intero settore turistico: bisognerà concordare quali sono i segmenti turistici sui quali investire, quali sono i mercati prioritari e quali sono le azioni da mettere in pista su quei mercati». Poi ancora bisognerà investire sui sistemi di trasporto, (aereoporto, tracciati ferroviari e porti), adeguare l'offerta delle strutture ricettive, migliorare le potenzialità culturali e ricreative di ogni capoluogo.
Le cose da fare sono tante, bisognerà però riuscire a concretizzarle tutte entro pochi mesi pe rarrivare preparati all'estate 2006. 6/10/2005 11.40


IL DOCUMENTO COMPLETO DELLA FEDERALBERGHI