Frodi comunitarie: Regione Abruzzo utilizzerà sistema Ims

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3001

L'AQUILA. La Regione Abruzzo utilizzerà un efficace sistema informatico per scoprire e sventare frodi comunitarie nell'ambito della gestione dei fondi comunitari.

E' denominato "Ims" (Irregularities Management System) ed è stato presentato ieri a L'Aquila in un convegno. Servirà per monitoraggio delle frodi comunitarie per verificare somme pagate indebitamente sui programmi comunitari e quindi per scovare eventuali truffe, soprattutto in tema di assegnazione di risorse per la ripresa post terremoto, ambito quest'ultimo nel quale la guardia di finanza della provincia dell'Aquila ha sventato alcune truffe arrestando tecnici ed imprenditori.

Proprio la guardia di Finanza ha collaborato all'iniziativa congiuntamente con la presidenza del Consiglio dei ministri.

Il sistema è stato sviluppato dall'Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf) e viene attualmente utilizzato anche in altre regioni. L'Olaf è incaricato di svolgere le indagini amministrative antifrode e responsabile di tutte le attività connesse alla tutela degli interessi finanziari che possono essere lesi da comportamenti irregolari perseguibili amministrativamente o penalmente. A tale organismo è stato attribuito dalla Commissione Europea uno statuto di speciale indipendenza.

Non a caso ieri a L'Aquila è intervenuto il generale Gennaro Vecchione, comandante del Nucleo per la repressioni delle frodi comunitarie della Guardia di finanza, organismo che collabora con la presidenza del Consiglio dei Ministri.

Tra i presenti anche il comandante del nucleo per la repressione di frodi comunitarie della guardia di finanza della provincia dell'Aquila, maggiore Vittorio Francavilla.

La novità é stata introdotta dalla Regione, quale autorità di gestione dei finanziamenti Por-Fesr e Fse.

«Con questo sistema saremo sicuramente in grado di garantire che ci sia un più corretto e trasparente utilizzo di fondi comunitari - spiega Giovanna Andreola, autorità di gestione Por-Fesr e Fse e dirigente del settore Attività internazionali della Regione Abruzzo - in una logica di efficacia ed efficienza dei fondi».

16/03/2011 9.15