L’Inps cerca 81 avvocati in Abruzzo, 2600 in tutta Italia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4186

ABRUZZO. Dopo un anno e mezzo di sperimentazione si completa in questi giorni un altro tassello della riforma dell’Avvocatura dell’Inps.

Avviata nella primavera del 2009, a livello sperimentale nelle aree critiche del Centro-Sud, con la prima apertura agli avvocati domiciliatari e praticanti, da mercoledì 15 settembre parte il nuovo bando per acquisire la disponibilità di avvocati esterni, come procuratori domiciliatari e/o sostituti di udienza.

Le domande per un fabbisogno di oltre 2600 posti in tutta Italia, di cui 81 in Abruzzo potranno essere presentate dagli interessati esclusivamente in via telematica, tramite il sito dell’Istituto (www.inps.it) dalle ore 9 del 15 settembre alle ore 24 del 24 ottobre 2010. La via telematica è l’unica consentita per l’inoltro della richiesta; non sono ammesse modalità alternative: non verranno prese in considerazione le domande che perverranno tramite posta e non saranno accettate quelle consegnate a mano presso le strutture territoriali dell’Inps.

SUDDIVISIONE TERRITORIALE
CHIETI15
LANCIANO4
L'AQUILA7
PESCARA12
SULMONA3
TERAMO15
VASTO16
AVEZZANO
9
TOTALE
81

Per accedere al servizio online gli interessati dovranno essere muniti di Pin o della carta nazionale dei servizi (Cns). Tramite la procedura online l’interessato potrà scaricare copia protocollata della domanda, attestante la ricezione della stessa da parte dell’Inps. Tale copia sarà disponibile entro le 24 ore successive alla presentazione della domanda. L’Istituto assicurerà un celere rilascio del Pin, sia nella modalità online, sia presso le sedi.

«Con l’apertura agli avvocati domiciliatari e ai sostituti d’udienza in tutto il territorio nazionale», ha spiegato il presidente Inps, Antonio Mastrapasqua, «potremo contrastare sempre più attivamente le cause rivolte all’Inps. La nostra Avvocatura avrà uno strumento in più per difendere gli interessi dell’Istituto».

Il contenzioso dell’Inps vale circa il 20% dell’intero contenzioso nazionale (poco meno di un milione di cause sul totale di circa 5 milioni di cause civili pendenti nell’intero Paese). Fino al 2008 l’Inps soccombeva nel 60% dei casi. Oggi i successi dell’Avvocatura Inps sono in media nel 58% dei giudizi (con un incremento del 18% dei successi nel corso dell’ultimo anno).

La fase istruttoria regionale si concluderà con la compilazione, entro il 29 ottobre 2010, delle liste provvisorie circondariali di competenza che saranno trasmesse in automatico alla Direzione generale per la seconda e conclusiva fase istruttoria, tramite la nomina di una commissione centrale che effettuerà la valutazione dei curricula dei soggetti inseriti nelle liste provvisorie. Le liste circondariali saranno definite dalla predetta commissione entro il mese di dicembre 2010, nel rispetto del numero massimo di posti definito, sulla base di criteri oggettivi relativi ai curricula ed all’esperienza professionale e per ordine di punteggio decrescente. Le liste definite saranno pubblicate sul sito istituzionale dell’Inps.

Con l’entrata in vigore del nuovo sistema di liste circondariali, previsto dalla circolare n.34 del 2010, non saranno più valide le liste precedentemente formate ai sensi della circolare 25/2009.

 13/09/2010 18.24