Dopo 14 anni parte la raccolta differenziata negli uffici della Regione Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1978

ABRUZZO. comincia a muovere i primi passi la raccolta differenziata e l’utilizzo di carta riciclata negli uffici Regione Abruzzo.

Lo annunciano i consiglieri Maurizio Acerbo (Rc) e Antonio Saia (Pdci) che spiegano che proprio un loro emendamento alla legge finanziaria regionale 2011 ha introdotto all’articolo 46 Norme per l'utilizzo della carta riciclata e per la raccolta differenziata della carta di rifiuto negli uffici pubblici regionali.

«Altre regioni», spiega Acerbo, «già da anni procedono al recupero della carta in attuazione del D.Lgs. 5 febbraio 1997, n.22. La Regione Abruzzo finalmente si è adeguata grazie alla nostra proposta e comincia a ridurre la propria impronta ecologica».

I primi ad applicare la nuova normativa sono proprio gli uffici del Consiglio Regionale che hanno proceduto alle forniture di carta riciclata e da lunedì della prossima settimana saranno dotati di appositi contenitori di cartone pressato sistemati in ciascuna stanza del palazzo del Consiglio Regionale a L’Aquila per la raccolta.

In tempi «ristrettissimi» tali disposizioni saranno operative anche presso la sede di Pescara.

Le norme si applicano a tutti gli uffici della Regione e agli enti strumentali o società della Regione Abruzzo.

«Auspichiamo che la Giunta Regionale», continuano Acerbo e Saia, «operi con la massima celerità all’applicazione della normativa e alla predisposizione del regolamento di attuazione anche con riferimento all'attività delle altre Amministrazioni pubbliche con uffici operanti nel territorio della Regione Abruzzo».

Considerata la quantità spropositata di carta che viene consumata negli uffici pubblici i due consiglieri annunciano che vigilerannoe pungoleranno la Giunta Regionale «affinchè proceda con determinazione all’attuazione di una legge che segna un piccolo ma significativo contributo alla riduzione dei rifiuti».

15/02/2011 17.51