Guardia di Finanza Abruzzo: nel 2010 scoperti 200 evasori e 500mln di euro mai dichiarati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2538

Guardia di Finanza Abruzzo: nel 2010 scoperti 200 evasori e 500mln di euro mai dichiarati
L'AQUILA. Le fiamme gialle abruzzesi hanno scoperto redditi non dichiarati al fisco per circa 500 milioni di euro ed hanno individuato oltre 200 evasori totali, soggetti che pur svolgendo attività economiche non hanno mai presentato una dichiarazione dei redditi.

E' stato presentato oggi, dal Comandante Regionale Abruzzo, il generale Nunzio Antonio Ferla, e da tutti i comandanti provinciali, il Rapporto Annuale ed i risultati conseguiti dai Reparti della Guardia di Finanza della Regione Abruzzo, nell’anno 2010.

Circa 100 milioni di euro, sono stati individuati attraverso casi di esterovestizioni della residenza di persone fisiche o società, triangolazioni con paesi off-shore e o omesse dichiarazioni di capitali detenuti all’estero.

Complessivamente le Fiamme Gialle Abruzzesi hanno svolto 2100 verifiche, 11.000 controlli strumentali riguardanti il rilascio di scontrini e ricevute fiscali e, scoperto circa 700 lavoratori in nero e irregolari.

Nell’ambito del contrasto agli illeciti economico – finanziari, per i reati di usura e riciclaggio sono state arrestate 9 persone e 32 denunciate all’Autorità Giudiziaria. Di queste 26 sono state segnalate per riciclaggio. Quanto all’azione di contrasto al traffico di stupefacenti, le attività operative hanno consentito la denuncia di 208 persone di cui 60 in stato di arresto e sono state sequestrate complessivamente circa 350 kg di droga. Importante è stata anche l’attività svolta al fine di prevenire e reprimere le fenomenologie illecite di giochi, scommesse e concorsi a pronostici. Complessivamente sono stati sequestrati nr. 130 videopoker, nr 49 personal computer, nr. 10 lettori smart card e 531 schede smart card.

Ai sensi della legislazione antimafia, sono stati effettuati 149 accertamenti patrimoniali di cui 143 nei confronti di persone fisiche e 6 persone giuridiche, che hanno condotto a proposte di sequestri di beni per circa 2,6 milioni di euro, al sequestro di beni immobili, mobili, disponibilità finanziarie e quote societarie per un valore complessivo pari a circa 2,5 milioni di euro.

Circa 1,5 milioni di euro -relativi beni immobili- sono stati definitivamente sottoposti a confisca.

Nel settore della tutela del mercato le fiamme gialle abruzzesi hanno sequestrato oltre 260.000 prodotti contraffatti o pericolosi e denunciato all’autorità giudiziaria 162 persone di cui 8 tratte in arresto. Il fenomeno della contraffazione oltre a provocare un danno al mercato ed alle aziende corrette è stato spesso caratterizzato nella nostra Regione da altre fattispecie illecite quali lo sfruttamento del lavoro nero.

Rilevante l’opera svolta dalle due Stazioni di Soccorso Alpino (S.A.G.F.) che hanno effettuato circa 300 interventi e 180 vite umane tratte in salvo. L’elevata professionalità del personale del S.A.G.F. rappresenta un sicuro punto di riferimento per chi opera e lavora in montagna, soprattutto per il soccorso degli utenti in difficoltà e per il possibile concorso in compiti di protezione civile e polizia ambientale.

09/02/11 13.51