Abruzzo 'sorpreso' dal maltempo: disagi, danni e scuole chiuse

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8767

AGGIORNAMENTO DOMENICA ORE 19.30. ABRUZZO. La pioggia e la neve hanno messo in ginocchio l'Abruzzo nelle ultime ore. Lunedì alcune scuole resteranno chiuse.*EMERGENZA NEVE CHIETI: «PIANO NEVE FUNZIONATO, NESSUN DISASTRO»

AGGIORNAMENTO DOMENICA ORE 19.30. ABRUZZO. La pioggia e la neve hanno messo in ginocchio l'Abruzzo nelle ultime ore. Lunedì alcune scuole resteranno chiuse.

*EMERGENZA NEVE CHIETI: «PIANO NEVE FUNZIONATO, NESSUN DISASTRO»

I primi problemi sono scattati sabato mattina: nel chietino e nel teramano il servizio elettrico abruzzese è stato messo a dura prova dal maltempo.

Ma anche nei comuni di Lettomanoppello, Manoppello, Roccamorice, San Valentino e Caramanico per molte ore l'elettricità è andata in tilt. Ed è stata una vera emergenza: l'Enel ha impiegato una task force di 180 persone per ripristinare il servizio: riscaldamenti, frigoriferi, congelatori, telefoni...tutto inutilizzabile. Impossibile fare benzina...e tutti i possibili disagi causati dalla mancanza di corrente. Il disagio più grande è stato quello del riscaldamento: la maggior parte delle abitazioni sono rimaste al gelo per diverse ore.

La violenta nevicata che si è abbattuta sabato su parte della regione, seguita dalle rigide temperature di oggi, ha provocato la formazione di manicotti di ghiaccio sui cavi elettrici, l’abbattimento di numerosi sostegni, nonché la caduta di piante ad alto fusto sulle linee di media e bassa tensione provocando disservizi a macchia di leopardo.

Le province più colpite, come detto, sono state quelle di Chieti e di Teramo; qualche problema anche nel territorio di Pescara, mentre nella zona dell’Aquila la situazione non ha fatto registrare emergenze.

Problemi ci sono stati anche su alcune linee di alta tensione, gestite da Terna, che sono state messe ko dal freddo che non hanno consentito la rialimentazione sistematica delle linee di media tensione e delle relative cabine di distribuzione.

Alle 18 di oggi Enel fa sapere che è stato rialimentato circa il 90% dei clienti interessati dal disservizio. Le operazioni continueranno nelle prossime ore anche con l’impiego di gruppi elettrogeni per le zone più isolate.

Questa mattina con l’utilizzo di elicotteri Enel e Terna che hanno ispezionato le rispettive linee aeree è stato possibile individuare e circoscrivere i guasti.

A CHIETI I DISAGI MAGGIORI: 19 ORE DI NEVE, SCUOLE CHIUSE

La situazione più difficile in questi giorni è sicuramente quella che ha investito la città di Chieti. Anche per questo le attività didattiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Chieti, comprese le scuole dell'infanzia,saranno sospese per la giornata di lunedì. Lo ha disposto il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio. Stessa cosa nel comune di Guardiagrele, nella provincia chietina. A Chieti, dove è nevicato ininterrottamente per diciannove ore, con la caduta di circa 50 centimetri di neve, i mezzi della Ditta Emoter, allertati dalla Sala operativa della Polizia Municipale, da sabato e per tutta la notte hanno lavorato per liberare le vie cittadine. L'Assessore comunale ai Lavori Pubblici, Mario Colantonio, nel sottolineare che le precipitazioni nevose si sono verificate «con almeno nove dieci ore di anticipo rispetto alla previsione generale», ha reso noto che nella notte l'amministrazione ha dovuto fronteggiare anche l'emergenza dovuta all'interruzione totale di energia elettrica in metà della Città alta.

ANCHE A LANCIANO SCUOLE CHIUSE

E scuole chiuse lunedì anche Lanciano a causa della neve che sabato ha creato non pochi disagi alla circolazione. Il sindaco Filippo Paolini ha infatti firmato un’ordinanza in cui si specifica che «permangono condizioni pregiudizievoli per la circolazione veicolare e la sicurezza delle persone, in ragione della rigidità delle temperature che fanno registrare la presenza di ghiaccio e delle operazioni ancora in corso per il ripristino dell'ordinaria viabilità». Pertanto ha ritenuto «per ragioni di opportuna prudenza e di tutela di eventuali condizioni di pericolo, anche per il trasporto scolastico non garantibile, di disporre per la giornata del 24 gennaio 2011 la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado».

Una decisione, quella del Comune di Lanciano, che se da un lato ha fatto felici gli alunni, che potranno così allungare il loro weekend vacanziero, dall’altro lato ha fatto infuriare non poco gli adulti. Per i genitori di bambini piccoli che lavorano, infatti, se la scuola resta chiusa è un serio problema, senza considerare che già il mese scorso le scuole cittadine erano rimaste chiuse per diversi giorni proprio a causa delle nevicate.

Ma quella volta la neve era caduta durante la settimana, e per più giorni, quindi l’ordinanza del Comune era più che giustificata. Questa volta, invece, ha nevicato – seppur abbondantemente – solo un giorno, tra l’altro preannunciato da tempo, e per di più di sabato. L’amministrazione comunale, dunque, ha avuto tutta la domenica per intervenire con mezzi spargisale e spazzaneve e liberare le strade. Tra l’altro le strade ieri – essendo una giornata festiva – erano praticamente vuote quindi i mezzi comunali potevano lavorare indisturbati.

Sul fronte disagi, invece, restano gli accumuli di neve, in alcuni casi ghiacciati, che provocano qualche problema alla circolazione, sia pedonale che veicolare. La nevicata di sabato, tra l’altro, ha creato non pochi danni a causa di moltissimi rami spezzati e alberi sradicati per il forte vento che hanno danneggiato numerose auto parcheggiate.

A PESCARA EMERGENZA BUCHE E FOSSI

A Pescara 4 squadre della Attiva sono state impegnate per l’intera giornata odierna nella riparazione di buche e fossi aperti nell’asfalto dalla pioggia che per quarantotto ore si è abbattuta su Pescara, due trattorini del Comune che hanno lavorato per l’intera mattinata per la rimozione della fanghiglia dalle strade di via Caduti per Servizio e Vigili del Fuoco a lavoro per liberare dall’acqua il sottopassaggio di via Fontanelle dove all’una della notte scorsa è rimasto bloccato un furgone Daily. Va normalizzandosi la situazione meteorologica nel capoluogo adriatico dopo l’intensa ondata di maltempo che da venerdì sera si è abbattuta su Pescara provocando forti allagamenti nella zona sud della città. Già dalla tarda serata di ieri l’emergenza era rientrata in via Elettra, via Pepe e via Marconi, mentre le criticità sono rimaste sino alla mattinata odierna nel rione Fontanelle.

Sempre nella giornata di ieri si sono registrati allagamenti in strada vicinale Chiappini, via Ofanto, via Celommi e soprattutto in via Teofilo D’Annunzio, una traversa di via D’Avalos: via Celommi e via Teofilo D’Annunzio sono anche state chiuse al traffico per alcune ore con la presenza di due ulteriori squadre della Attiva, per agevolare il deflusso dell’acqua, e della Polizia municipale dinanzi alle transenne. Poi nella tarda serata è scattato lo stato d’allerta per l’improvviso allagamento di un tratto di via Nazionale Adriatica nord, dinanzi al civico 567, quasi al confine con Montesilvano, determinato dall’inatteso mancato funzionamento delle pompe di sollevamento dell’Aca che, evidentemente, sono momentaneamente andate in tilt per lo stress della giornata. E lo stop delle pompe di sollevamento potrebbe aver causato anche l’allagamento del sottopasso di Fontanelle dove già alle 21 la Polizia municipale ha provveduto a sistemare le transenne per impedire l’ingresso delle auto.

Ma all’una della notte è successo l’imprevedibile: l’automobilista di un furgone Daily, evidentemente sottovalutando la presenza dell’acqua comunque ben visibile, è sceso dal mezzo, ha spostato da un lato le transenne, e con il furgone si è avventurato nel sottopassaggio, restando ovviamente bloccato in panne, con l’acqua che è penetrata all’interno del mezzo completamente invaso anche nell’abitacolo. L’automobilista imprudente a quel punto si è messo in salvo uscendo dal finestrino e risalendo il sottopasso letteralmente a nuoto per poi dare l’allarme fermando altri automobilisti di passaggio e chiedendo aiuto. Sul posto si sono subito concentrati gli operai del Comune, dell’Aca, i Vigili del Fuoco, la Polizia municipale, in servizio per tutta la notte, e le unità del 118.

A CARAMANICO MANCA ANCORA L'ELETTRICITA', LUNEDÌ SCUOLE CHIUSE

Soddisfatto, invece, per come ha funzionato il piano neve il sindaco di Caramanico Mario Mazzocca: «anche quest’anno il piano neve ha funzionato alla perfezione, nonostante la situazione di piena emergenza e il rilevante spessore della coltre nevosa (oltre 1 metro). Fin dalle ore 6 di sabato mattina tutti gli amministratori erano in piena operatività, tutti presenti in prima persona a coordinare la situazione di emergenza. Nonostante il perdurare della situazione critica, tutte le strade comunali sono state sempre rese percorribili»

Intenso il lavoro sulla strada comunale per la frazione Decontra che, data la sua altitudine, ha necessitato di una attenzione diretta mediante il continuo sgombero della strada di accesso.

Per l’intera giornata di oggi stessa procedura con tutti i mezzi all’opera per definire l’allargamento delle sedi viarie. Si è registrata, però, la mancanza della energia elettrica per buona parte della mattinata nonché perdurante in alcune popolose frazioni come Scagnano e S.Vittorino. Si è ancora in attesa di notizie da parte dell’Enel. «Anche e soprattutto per questo motivo abbiamo ritenuto doveroso chiudere le scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale per l’intera giornata di domani lunedì 24 gennaio», ha annunciato Mazzocca.

23/01/2011 19.32

LE WEBCAM: LA VIABILITA' IN ABRUZZO IN TEMPO REALE

A14 PESCARA

A14 ATRI PINETO

A14 CITTA' SANT'ANGELO

A14 ROSETO
A14 VAL VIBRATA
 A14 ORTONA

A14 VAL DI SANGRO

A14 VASTO SUD

PESCARA OVEST


 

Alba Adriatica (Te) - obabalneatori.it

 

  Fonte Cerreto (AQ) - www.ilgransasso.it

Rivisondoli (AQ) - comune.rivisondoli.aq.it.

 

  Pizzalto (AQ) - www.pizzalto.eu

 

Pizzalto (AQ) - www.pizzalto.eu

 

  Ofena (AQ) - www.webalice.it/dalessandro.dam

Cappadoccia (AQ) - www.cappadociaweb.it

  Roccaraso (AQ) - www.roccaraso.biz

L'Aquila San Giacomo (AQ) - www.caputfrigoris.it

 

  Rocca di Mezzo (AQ) - www.roccadimezzo.org

 

Campo Felice (AQ) - www.meteoappennino.it

 

 

  Campo Felice (AQ) - www.meteoappennino.it

 

Teramo - www.meteoteramo.it

 

   Pescasseroli (AQ) - www.pescasserolionline.it

Torricella Peligna (CH) - ipcam.progettosuono.com

  Canzano (TE) - www.buriansnow.it

 

Pescara - www.pescarameteo.net/

   Canosa Sannita (CH) - www.acvip.it

 

Lanciano (CH) - www.comune.lanciano.it

      Majella - Rifugio Pomilio (CH) - www.abruzzometeo.it

 

Roccacaramanico- www.roccacaramanico.it

    Gessopalena (Ch) - cam.netconnekt.com

Castel Del Monte (Aq) - www.abruzzometeo.it

   Castel di Sangro - mediamaint.it

[pagebreak]

EMERGENZA NEVE CHIETI: «PIANO NEVE FUNZIONATO, NESSUN DISASTRO»

 CHIETI. La città in queste ore è stata la più colpita della regione con ben 19 ore ininterrotta di neve. Dopo le polemiche e le proteste sollevate ieri da alcuni la giunta Di Primio oggi respinge ogni critica e assicura: «il piano neve ha funzionato bene, nessun disastro».

Il sindaco per migliorare la situazione ha richiesto alla ditta Emoter di procedere sin dalla mezzanotte di oggi alla rimozione dei cumuli di neve ancora presenti sulle strade al fine di ridurre al minimo il disagio per quanti, cittadini e utenti, dovranno spostarsi nel corso della giornata lavorativa di domani.

 L’assessore ai Lavori Pubblici, Mario Colantonio, sostiene invece che le critiche mosse per i disagi causati dal mal tempo non siano veritiere e vengono avanzate «da chi ha quale unico interesse quello di colpire politicamente l’amministrazione del sindaco Di Primio. Nonostante sia nevicato ininterrottamente per diciannove ore, con la caduta di circa 50 cm di neve, i mezzi della Ditta Emoter, allertati dalla Sala operativa della Polizia Municipale di Chieti, dalle 09.30 ieri e per tutta la notte hanno lavorato per liberare le vie cittadine ed i risultati si sono visti già nella mattinata di oggi».

«Inoltre», prosegue Colantonio, «nel corso della notte l’amministrazione ha dovuto fronteggiare un’altra emergenza quale l’interruzione totale di energia elettrica che ha interessato metà della città alta».

Il Consigliere Comunale del Udc, Mario De Lio, si complimenta com il primo cittadino: «ha dimostrato ancora una volta efficienza estrema nell’affrontare e risolvere l’emergenza. Le strade principali sono percorribili sull’intero perimetro urbano, zone periferiche comprese, ed in queste ore si sta procedendo ad intervenire anche nelle strade laterali e quelle che, per dimensioni, non consentono l’accesso ai mezzi».

23/01/2011 19.49