Cultura: Di Dalmazio, 750 mila euro per associazioni cratere

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1272

ABRUZZO. Organizzazione di eventi culturali e allestimenti di laboratori culturali.

Sono i due nuovi segmenti di intervento sui quali si muove la nuova azione a sostengo della coesione sociale nei comuni del cratere sismico.

Sul piatto dei finanziamenti ci sono circa 750 mila euro, che sono frutto della riprogrammazione dei fondi strutturali europei Por-Fesr che la Giunta regionale ha fatto in favore dei comuni colpiti dal terremoto. Oggi sul Bura verrà pubblicato il bando pubblico, che avrà durata di 90 giorni, per presentare progetti culturali che riguardano l'organizzazione di eventi e l'allestimento di laboratori.

Il nuovo bando Por-Fesr è stato presentato oggi dall'assessore alla Cultura, Mauro Di Dalmazio e dalla responsabile del servizio Politiche culturali, Paola Di Salvatore.

«Si tratta di uno stanziamento che s'inserisce nella più ampia riprogrammazione dei fondi strutturali europei in favore dei comuni del cratere sismico - ha spiegato l'assessore Di Dalmazio -. In totale sono stati riprogrammati, grazie anche alla disponibilità del servizio Politiche internazionali, fondi per circa 4 milioni di euro; nel precedente bando abbiamo impegnato e speso circa 3 milioni in favore delle istituzioni culturali importanti e prestigiose dei comuni del cratere; ora questi 750 mila euro sono riferiti ad associazioni e imprese culturali che vogliono organizzare eventi e allestire laboratori».

Il dirigente Paola Di Salvatore ha spiegato che il bando prevede lo stanziamento di poco più di 560 mila euro per il sostegno all'organizzazione di eventi culturali, che potranno essere finanziati per un massimo dell'80% del progetto.

Dovranno essere interdisciplinari, avere un respiro interregionale e di originalità: verranno insomma premiati i progetti che faranno conoscere l'identità culturale dell'Abruzzo e dei comuni del cratere.

Per gli eventi, un elemento fortemente innovativo sarà la sponsorizzazione privata che darà punteggio in fase di esame del progetto stesso.

Per i laboratori, invece, la destinazione finanziaria e di 220 mila euro e potranno essere finanziati per il 100% fino a un massimo di 80 mila euro.

«Ci sarà poi - ha spiegato l'assessore Mauro Di Dalmazio - una commissione che valuterà i progetti presentati, con una rigorosa azione di controllo sia in termini di rendicontazione sia in termini di rispondenza del progetto in fase realizzativa da parte del Comitato di controllo, con possibilità di revoca del finanziamento stesso».

Il bando avrà la durata di 90 giorni e le domande dovranno essere presentate alla sede del servizio Politiche internazionali, in via Salaria Antica Est all'Aquila.

Ci sarà anche uno sportello informativo a disposizione degli interessati.  

18/01/2011 18.23