Assunzione personale, sindacati contro Chiodi: «comportamenti antisindacali»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1321

ABRUZZO. Annullare la delibera di giunta regionale sulla programmazione del fabbisogno di personale per le strutture della Giunta Regionale.

Nuovo scontro tra amministrazione regionale e sindacati. Questi ultimi contestano un ultimo provvedimento firmato dalla giunta e chiedono l'immediato ritiro.

La richiesta arriva da Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fp e Direr e si accodano anche i consiglieri regionali Maurizio Acerbo (Rc) e Antonio Saia (Pdci).

Nonostante la richiesta di concertazione avanzata dai sindacato, denunciano i responsabili Carmine Ranieri, Vincenzo Traniello, Fabio Frullo e Silvana De Paolis, l’atto è stato approvato dalla Giunta Regionale lo scorso 20 dicembre «senza dar corso alla preventiva concertazione».

«Non c’è nessuna immediata caducazione delle norme regionali e delle norme contrattuali relative alla concertazione della programmazione del fabbisogno del personale, disposizioni tutte ancora vigenti e valide per l’anno 2010, secondo il regime transitorio sancito dallo stesso decreto legislativo 150/2009», continuano i rappresentanti delle sigle.

«Mentre si predicano i tagli per caso si nominano nuovi dirigenti aggirando le norme di Tremonti?», chiedono Saia e Acerbo. «L’interrogativo è lecito. Non siamo purtroppo in possesso di questa delibera natalizia che appare verosimilmente motivata dalla necessità di evitare l’entrata in vigore delle norme sul personale contenute nei provvedimenti del governo».

Come mai questa fretta?, domandano i due esponenti dell'opposizione. Perché evitare la concertazione con le organizzazioni sindacali «se non per guadagnare tempo?»

«Verosimilmente», azzardano i due, tutto sarebbe stato fatto per «nominare 4 nuovi dirigenti anticipando la scadenza del 31 dicembre 2010».

I sindacati chiedono all’amministrazione regionale di procedere con immediatezza ad annullare la delibera di giunta ed a porre «fine al comportamento antisindacale con l’attivazione della concertazione come richiesto».

29/12/2010 12.55