Fas, Chiodi: «governo preleva 40 mln in meno»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1134

L'AQUILA. L'Abruzzo avrà una minore riduzione dei fondi Fas da parte del Governo rispetto alle altre regioni italiane.

La riduzione dei trasferimenti spettanti per la programmazione del Fas sarà per la nostra regione del 10 per cento. Le altre regioni subiranno un' ulteriore decurtazione del 5% che invece non interesserà l'Abruzzo al quale il Governo lascerà circa 40 milioni di euro in più.

E' quanto ha deciso nei giorni scorsi la Conferenza delle regioni riunita presso la sede di Cinsedo, a Roma, cui ha partecipato l'assessore al Bilancio, Carlo Masci.

La Conferenza, esaminando la proposta di taglio del Governo, ha tenuto conto delle specificità dell'Abruzzo e della sua necessità di portare avanti una politica di rilancio economico e delle infrastrutture.

«Questa decisione - ha commentato il presidente Gianni Chiodi - è il frutto di un intenso lavoro portato avanti ad ogni livello, nelle ultime settimane, da parte dei tecnici della Presidenza che, nel corso di riunioni al Ministero per lo Sviluppo economico, hanno sollevato e motivato il problema chiedendo di non gravare eccessivamente sull'Abruzzo per poter creare migliori e durature condizioni di sviluppo e di rilancio di un’economia già fortemente penalizzata».

Sull'Abruzzo dunque, graverà in maniera meno onerosa il taglio che il Governo ha chiesto alle Regioni sulle proprie quote di dotazione dei Fondi per le aree sottoutilizzate destinati a cofinanziare programmi di opere pubbliche e infrastrutture.

Il Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS), infatti, è lo strumento di finanziamento del governo italiano per le aree sottoutilizzate del paese. Esso raccoglie risorse nazionali aggiuntive, da sommarsi a quelle ordinarie e a quelle comunitarie e nazionali.

L'assessore al Bilancio, Carlo Masci, spiegando le ragioni e le specificità della regione, ha convinto la Conferenza delle Regioni, presieduta dal Governatore Vasco Errani, ad esentare l'Abruzzo dal taglio del 5% dei FAS ponendolo a carico di tutte le altre Regioni.

Tale posizione e' stata esplicitata nella proposta di intesa discussa sempre ieri in sede di Conferenza Stato-Regioni ed accettata dal Governo rappresentato dal Ministro per le Politiche regionali, Raffaele Fitto.

«Si tratta di un risultato importante frutto della politica di rigore, concretezza e determinazione che questo governo regionale sta perseguendo fin dall'inizio del suo mandato - ha commentato Masci - e che ci spinge, da un lato, ad eliminare spese inutili e privilegi e, dall'altro, a sostenere con forza sui tavoli romani le ragioni di un territorio che ha bisogno di risorse cospicue per rilanciare la sua economia. Il nostro obiettivo primario - ha sottolineato l'assessore Masci - è quello di evitare che chi verrà dopo di noi debba pagare anche un solo euro di debito prodotto dalla nostra gestione. Questo anche allo scopo di ricucire quel fondamentale rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni che vive una fase di criticità».  

18/12/2010 9.45