Trasporti. Da Consiglio ok a normativa su tapis roulant

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1272

ABRUZZO. Ok anche a legge istitutiva commissione su attività tassisti. Il Consiglio regionale, nella seduta di ieri, ha approvato, tra gli altri, due provvedimenti legislativi in materia di infrastrutture e trasporti.

La prima disposizione, relativa alle aree sciabili attrezzate, va a disciplinare il funzionamento e l'utilizzo dei tappeti mobili a vocazione turistica o sportiva,  i cosiddetti tapis roulant.

La seconda, invece, riguarda l'istituzione di una Commissione consultiva regionale in relazione all'attività dei conducenti di veicoli o natanti adibiti ad autoservizi pubblici non di linea.

Entrambi i provvedimenti sono stati approvati all'unanimità dal Consiglio regionale. A darne notizia è stato, questa mattina, a Pescara, l'assessore ai Trasporti, Giandonato Morra, nel corso di una conferenza stampa. «L'Abruzzo è la prima Regione a statuto ordinario ad essersi dotata di una legge che regolamenta il settore dei tapis roulant o del trasporto a nastro ad uso sportivo - ha dichiarato Morra - pertanto, in assenza di una normativa statale, abbiamo deciso di disciplinare questa fase transitoria per venire incontro alle esigenze di una parte importante della nostra economia turistica. Questa legge - ha continuato l'assessore - è il frutto di una effettiva concertazione con le associazioni di imprenditori, in primis l'Anef, l'associazione nazionale degli esercenti funiviari, e dei maestri di sci ma ha ricevuto anche il parere positivo della associazioni ambientaliste». Tutti i titolari degli impianti già esistenti avranno di tempo sei mesi, dall'entrata in vigore delle legge, per mettersi in regola e proseguire la propria attività dopo i cospicui investimenti effettuati.

Entusiastico, a tal proposito, il giudizio del presidente dell'Anef Abruzzo, Doriano Di Benedetto, che ha espresso soddisfazione per la soluzione di un problema che avrebbe determinato gravi danni all'economia montana dell'intero Abruzzo.

«La legge istitutiva della Commissione consultiva regionale sull'attività dei tassisti ma anche dei conducenti di natanti - ha spiegato Morra - è legata, invece, alla problematica emersa con la recente ordinanza dell'Enac, dal contenuto molto generico e sprovvista di regolamento attuativo, nella quale si dice che è consentito che mezzi provenienti da comuni diversi da quello di Pescara possano prestare servizio in aeroporto».

Circostanza che ha creato forti tensioni e malumori tra i tassisti che da sempre gravitano per servizio nell'area dell'Aeroporto d'Abruzzo. Secondo Morra, «spettava ai Comuni di riferimento trovare una soluzione adeguata ma questo non è avvenuto ed è toccato alla Regione intervenire dotandosi, in primo luogo, di una legge istituiva della Commissione. Adesso si lavorerà perchè sia raggiunto un accordo. Tuttavia, - ha proseguito l'assessore - se non si dovesse arrivare ad un'intesa, la Commissione relazionerà al Presidente della Regione che è competente per l'emanazione di un decreto volto a normare il regolamento attuativo dell'ordinanza».

Infine, a margine della conferenza stampa, l'assessore ai Trasporti ha reso nota la notizia del reinserimento, grazie ad un emendamento firmato da tre consiglieri, due di maggioranza ed uno di opposizione, di un finanziamento di un milione di euro a beneficio del Comune di Scanno per il trasporto a fune.

01/12/2010 16.17