Il monologo di Saviano sulla tragedia della casa dello studente

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4516

TERREMOTO L'AQUILA

TERREMOTO L'AQUILA

 RIGUARDA IL VIDEO. L'AQUILA. Marco Alviani, Luciana Capuano, Angela Cruciano, Francesco Esposito, Hussein Hamade, Luca Lunari, Alessio Di Simone, David Centofanti.

Tutti giovanissimi, amanti della vita. Tutti e 8 hanno trovato la morte il 6 aprile del 2009 nel crollo della Casa dello Studente. Di loro parlerà questa sera nel corso della trasmissione Vieni via Con Me lo scrittore Roberto Saviano ai quali dedicherà parte del suo monologo incentrato sul sisma aquilano.

Oggi per questi giovani restano i genitori, i familiari, gli amici, tutti riuniti in un comitato apposito, che chiedono a gran voce di avere giustizia e sapere perchè 8 studenti nel fiore dell'età abbiano perso la vita in una struttura pubblica che reputavano sicura.

Loro quella notte, nonostante le continue scosse delle sere precedenti, avevano, infatti, deciso di tornare a dormire nelle loro stanze. C'era chi aveva un esame il giorno dopo, chi avrebbe dovuto studiare o chi l'indomani sarebbe ritornato nel paese d'origine in occasione delle vacanze di Pasqua.

Per quello che è considerato uno dei filoni principali della maxi inchiesta sul terremoto, la procura della Repubblica ha indagato 11 persone, con le accuse di omicidio colposo, disastro colposo e lesioni, per le quali la stessa Procura ha formulato al Gup la richiesta di rinvio a giudizio.

Nei giorni scorsi è stato conferito al docente del dipartimento di Ingegneria strutturale del Politecnico di Milano, Maria Gabriella Mulas - esperta in danni causati dai terremoti -, l'incarico per la perizia che dovrà stabilire le cause del crollo dell'edificio.

L'attività peritale è cominciata il 19 novembre scorso con un primo sopralluogo a quel che resta dell'edificio. Il termine per il deposito è previsto per il 30 aprile 2011, mentre l'udienza è stata aggiornata al 4 giugno.

Nelle scorse settimane la Cassazione ha invece dichiarato «inammissibili» i ricorsi degli avvocati Attilio Cecchini e Roberto Colagrande, legali dell'indagato Pietro Sebastiani (presidente della commissione di collaudo), e dall'avvocato Massimo Carosi, che assiste Claudio Botta (progettista della struttura). Le difese, infatti, ritenevano che all'Aquila non ci fossero le condizioni ideali per celebrare il processo e per questo ne avevano chiesto lo spostamento a Campobasso.

TUTTO GIÀ SCRITTO

Ma che la Casa dello Studente fosse un edificio con «criticità strutturali» lo dicevano anche i dati del 2006 su 135 edifici pubblicati sul sito della Regione Abruzzo.

Nella scheda della residenza dei giovani studenti aquilani, che grazie a borse di studio potevano alloggiare nella struttura si legge: 7 piani di cui 2 interrati, lo stato di manutenzione veniva ritenuto «buono» ma si segnalavano «criticità strutturali».
Ultimi interventi strutturale non ne erano registrati, nel palazzo finito di costruire nel 1970. 

Non erano mancati allarmi anche da parte di alcuni studenti che ben prima del 6 aprile 2009 avevano riscontrato anomalie.

«UNA TRAPPOLA DI CEMENTO»

Ci sono poi le perizie tecniche dei consulenti Francesco Benedettini e Antonello Salvatori ordinate dalla procura dell’Aquila che raccontano come l'ala nord della casa dello studente dell'Aquila ha collassato anche per la mancanza di un pilastro portante, una scala d'emergenza non saldata a dovere, un ascensore non a norma. E poi ancora un terrazzo non impermeabile e il tetto (che poi è crollato) sovraccaricato con pannelli solari e serbatoi d'acqua più del consentito. 

 



 

DARIO FO, GABANELLI

Questa sera nel corso dell'ultima puntata di Vieni via con me ci saranno anche gli elenchi del nobel Dario Fo, della giornalista Milena Gabanelli, del procuratore antimafia Piero Grasso e di Don Luigi Ciotti.

Per l'ultima puntata del programma record assoluto di ascolti Fo leggerà un elenco con il quale si rivolge alla classe politica. Si parlerà, poi, di volontariato, di legalità - con gli elenchi letti da Piero Grasso e don Luigi Ciotti - ma anche di scuola e università: mentre le proteste contro la riforma Gelmini sono al centro delle cronache di questi giorni, Vieniviaconme mette in scena le ragioni di insegnanti, genitori, studenti e ricercatori attraverso la lettura di elenchi che raccontano da diversi punti di vista la situazione della scuola italiana oggi. E proprio gli studenti nei giorni scorsi hanno utilizzato la forma linguistica dell'elenco di Vieniviaconme nella protesta davanti a Montecitorio. Non solo: Milena Gabanelli, autrice e conduttrice di Report, leggerà un elenco autobiografico. Dopo Roberto Benigni, Paolo Rossi, Antonio Albanese e Corrado Guzzanti, sarà la volta di Antonio Cornacchione che si esibirà in un pezzo comico in forma di elenco. A realizzare la coreografia dell'ultima puntata, ispirata alla cena di Trimalcione , cinque tra i coreografi più importanti e rappresentativi della recente storia della coreografia italiana - Michele Abbondanza, Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, Caterina Sagna e Roberto Castello, ideatore e curatore di tutte le coreografie di Vieniviaconme - per la prima volta insieme dopo più di vent'anni. I costumi sono di Ester Marcovecchio. Dopo l'elenco dei "desideri impossibili" della scorsa settimana, in questa puntata Fabio Fazio elencherà "le cose che ho imparato facendo questa trasmissione", che si chiude con il consueto gioco a due insieme a Saviano "vado via perché/resto qui perché", diventato un tormentone anche sul web. La scenografia è di Francesca Montinaro.

29/11/2010 15.56