Ora legale arrivederci, sabato lancette indietro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3021

ABRUZZO. Torna l'ora solare. Nella notte tra sabato 30 e domenica 31, esattamente alle ore 3, dovremo spostare all'indietro le lancette dell'orologio di sessanta minuti.

ora solareABRUZZO. Torna l'ora solare. Nella notte tra sabato 30 e domenica 31, esattamente alle ore 3, dovremo spostare all'indietro le lancette dell'orologio di sessanta minuti.

 

Termina cosi', dopo 7 mesi, l'ora legale, la variazione convenzionale dell'orario astronomico entrata in vigore quest'anno il 26 marzo.

Con l'uso dell'ora legale si determina che, per un dato territorio, l'ora ufficiale dello stato venga calcolata in anticipo rispetto all'ora solare (naturale).

Le ragioni sono due: da un lato questa misura consente risparmi energetici, poiche' centrando una parte rilevante delle attivita' durante le ore di luce solare si riduce il ricorso all'illuminazione artificiale; dall'altro i cittadini possono beneficiare di un maggior numero di ore di luce solare.

«Che l'arrivo dell'ora solare generi nella maggior parte delle persone un senso di tristezza, stanchezza, e mancanza di forze è abbastanza noto», commenta la psicologa Alessia Lotti.
«Molti non sanno che in realtà si tratta di un vero e proprio disturbo dell'umore noto come “depressione autunnale”. Con il buio la produzione di serotonina del nostro organismo cala sensibilmente mentre aumenta quella di melatonina (l'ormone del sonno), che generalmente viene prodotta proprio durante le ore notturne».
Questi cambiamenti dell'umore «avvengono specialmente nelle giornate immediatamente successive al cambio dell'orario», continua Lotti, «in cui il corpo ha bisogno di adattarsi. E' proprio durante questi giorni che si possono presentare stanchezza, sonnolenza, mancanza di energia e di attenzione, diminuzione della libido e aumento dell'appetito con un conseguente aumento di peso. Alcuni soggetti affetti da questa patologia riferiscono addirittura effetti contrari a quelli sopra citati, ma che comunque sono in contrasto con i comportamenti dei mesi estivi».
«Si stima che circa il 10% delle donne risenta di variazioni del tono dell'umore in questo periodo, con un peggioramento anche della sindrome premestruale. La depressione autunnale si riscontra maggiormente in quelle persone che sono già affette da disturbo bipolare». 
«Per chi già soffre di disturbi dell'umore è bene passare quanto più tempo è possibile all'aria aperta, in mezzo alla natura. Anche il cibo svolge un ruolo fondamentale. Alcuni alimenti, ricchi di proteine e carboidrati, sono capaci di regolare il ritmo sonno veglia e dare un senso di vitalità. Anche cioccolata e altri cibi ricchi di zuccheri incidono positivamente sull'umore ma bisogna fare attenzione alle quantità per evitare un eccessivo aumento di peso».

29/10/2010 12.31