Obbligatorio cambiare la targa del motorino entro il 13 febbraio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5477

ABRUZZO. Alzi la mano chi sa che bisogna cambiare la targa dei ciclomotori immatricolati prima del 14 luglio 2006.

ABRUZZO. Alzi la mano chi sa che bisogna cambiare la targa dei ciclomotori immatricolati prima del 14 luglio 2006.

Entro il prossimo 13 febbraio, infatti, si deve regolarizzare la targa esagonale (tecnicamente: il targhino) sostituendola con una targa quadrata. In caso di controllo, chi non lo ha fatto e quindi si muove a bordo di un motorino con targa esagonale è passibile di multa da un minimo di 389 euro ad un massimo di 1599 euro (e con questa cifra conviene comprarselo nuovo).
Il colonello Alberto Guidoni, vice comandante della Regione Carabinieri Abruzzo, esperto del codice della strada spiega che in effetti l’art.14 della legge 120 del luglio 2010, non trasfuso nella modifica dell’art.97 del codice della strada estende a tutti i ciclomotori  dotati di certificato di idoneità tecnica (cioè il vecchio libretto) l’obbligo di essere muniti del nuovo certificato di circolazione e della targa quadrata  a sei cifre, in sostituzione del targhino esagonale a cinque cifre che viene pensionato. La nuova targa sarà direttamente collegata al veicolo attraverso un registro tenuto dalla Motorizzazione.
Il ministero dei Trasporti, con un Decreto che si riferisce alla calendarizzazione delle operazioni di rilascio dei certificati di circolazione e delle targhe per ciclomotori, ha indicato diverse scadenze per permettere ai ciclomotori di mettersi in regola. I termini ordinatori per ottenere la nuova targa sono di 60 giorni dalla data del decreto, cioè il primo giugno 2011, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per 0, 1 e 2.
Entro centoventi giorni la sequenza numerica che inizia per 3, 4 e 5. Entro centottanta giorni per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per 6, 7 e 8. Entro duecentoquaranta giorni e comunque non oltre il 12 febbraio 2012, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione che inizia per 9 e la cui sequenza alfanumerica inizia con la lettera A.
Che cosa bisogna fare per avere la nuova targa?
«Per richiedere la nuova targa», conferma il colonnello Guidoni, «è  sufficiente presentarsi negli uffici della Motorizzazione, con la fotocopia di un documento e compilare un’autocertificazione relativa alla proprietà del veicolo – conclude il colonnello – Bisogna inoltre pagare 3 conti correnti da: 9 euro, da 29,24 e da 12,92. In tutto circa 55 euro».
13/01/2012 08:18