Odissea sui binari. Nuovo orario, meno treni. Da Pescara a Bologna anche 5 ore

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

6731

Odissea sui binari. Nuovo orario, meno treni. Da Pescara a Bologna anche 5 ore
PESCARA. Cambiano gli orari, peggiora il servizio. Un fenomeno che ormai si ripete ogni anno e segna la progressiva decadenza del servizio pubblico ferrroviario.

Sempre peggio nonostante gli ingenti investimenti per i nuovi treni o la pubblicità che costa milioni di euro. Eppure l’unica politica che sembra essere applicata da anni è quella dei tagli; si tagliano le stazioni (fenomeno che ha colpito negli ultimi 10 anni). Oggi si è passati ai treni. Sempre meno, meno collegamenti e meno possibilità per gli utenti che si trasformano in più disagi e qualità della vita che peggiora per i pendolari. Ma con il nuovo orario che sta facendo rivoltare praticamente tutta la costa Adriatica si scopre che gli Intercity (i treni costosi nati per i collegamenti veloci) rallentano ulteriormente e così per andare a Bologna da Pescara ci si può impiegare anche 5 ore.

La nuova tabella degli orari disegnata da Trenitalia manderà in tilt viaggiatori e personale della linea adriatica.

La diminuzione di treni notturni, la riduzione di alcune corse e le inevitabili ricadute occupazionali non faranno di certo piacere a nessuno. Dopo la notizia ormai certezza di un nuovo piano predisposto da Trenitalia ecco che cosa ne sarà dei collegamenti tra Pescara e le principali città del Nord Italia (Milano, Torino, Venezia) a partire dal 12 dicembre.

Basta andare sul sito dell’azienda per accorgersi che la tratta Pescara-Bologna  che oggi conta 18 treni dopo  il 12 dicembre ne manterrà 18, con l’eliminazione di 4 corse notturne. Stessa sorte toccherà alla linea Pescara-Milano che dai 13 treni giornalieri passerà ad 8 con 3 corse notturne in meno. Pescara-Torino invece, dagli 11 treni ne vedrà correre 8 (con 2 corse notturne in meno) e  Pescara-Venezia  passerà dalle 13 alle 9 corse (con il taglio di 3 corse notturne). Anche sulla linea  Pescara-Verona delle 15 corse  ne resteranno 9 con 5 corse notturne in meno.

«E’ inconcepibile», ha commentato stizzito Franco Rolandi segretario Filt Cgil Pescara, «che  l’assessore regionale ai Trasporti Giandonato Morra sia caduto dalle nuvole alla notizia dei cambiamenti. L’effetto sorpresa se lo poteva risparmiare. Quello che accadrà dal 12 dicembre è importante: oltre ai tagli a treni notturni 1200 lavoratori  saranno a rischio licenziamento».

Che cosa diventerà Pescara già declassata e penalizzata dal punto di vista dell’alta velocità? Una stazione di passaggio? Le cose non vanno di certo meglio per il trasporto ferroviario a livello regionale. Lo stesso assessore  Morra tempo fa aveva sventolato il suo impegno per salvare la linea ferroviaria Sulmona- Castel di Sangro, in chiusura dal prossimo 11 dicembre e si era impegnato a mediare con Trenitalia per garantire la continuità della gestione e del  servizio viaggiatori.

Anche su questo versante è buio pesto.

AUMENTA ANCHE IL TEMPO DI PERCORRENZA

«La modifica più dolorosa contenuta nel nuovo orario», commenta la Federconsumatori Abruzzo, «scaturisce dalla eliminazione di tutti i treni notturni; con la grave conseguenza che dalle ore 18 alle ore 5 i cittadini pescaresi ( e più in generale gli abruzzesi) non disporranno più di alcun treno per spostarsi verso Bologna/Milano. Ma non basta; Trenitalia ha deciso che il tempo di percorrenza degli intercity Pescara-Bologna debba aumentare ancora».

Ma la cosa più assurda per l’associazione è l’aumento del tempo di percorrenza che è un fenomeno che si verifica puntualmente ogni anno. Come dire ogni anno i treni rallentano un po’ con buona pace della tecnologia che avanza. Così se un tempo c’erano intercity che impiegavano 3ore e 20 minuti per collegare Pescara e Bologna con l’orario in scadenza il tempo stimato è di 4 ore. Con l’orario in vigore dall’11 dicembre saranno necessarie anche 4ore e 51 minuti.

«E li chiamano sempre intercity ( per via del prezzo da pagare…)» chiosa la Federconsumatori.  Inoltre sono stati cancellati  i preesistenti collegamenti diretti (senza cambio) tra Pescara e Venezia e Pescara e Verona.

10/12/2011 09:12

CONFRONTA GLI ORARI ED I TRENI

* PESCARA-BOLOGNA   * PESARA-MILANO   * PESCARA-TORINO   * PESCARA-VENEZIA   * PESCARA-VERONA