Catene e pneumatici invernali a bordo. Cominciano i controlli sulle autostrade abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4834

L’AQUILA. Pneumatici invernali o catene a bordo. Una regola unica che vale sui 358 km di autostrade abruzzesi a pagamento gestite da concessionarie diverse.

Tutto questo per garantire una marcia su neve e su ghiaccio il più sicura possibile e ridurre gli incidenti. Parola della Polizia stradale de L’Aquila. L’obbligo di avere a bordo catene o pneumatici invernali, in vigore dal primo dicembre 2011  al 15 marzo 2012, è stato introdotto nel codice stradale dal 2010. Grazie alla norma, dal 2009 al 2010 il numero di incidenti e di feriti è diminuito passando da 366 incidenti di cui 82 con feriti(148) nel 2009 in A 24 e A 25  ai 247 incidenti 36 con feriti(61) nel 2010.

Merito anche della polizia stradale  che ha intensificato i controlli (l’anno scorso più di 3.500 veicoli sono stati fermati di cui il 10 % con multe) e comminato sanzioni agli automobilisti sprovvisti di equipaggiamento a bordo. Anche quest’anno le pattuglie della stradale si apposteranno in entrata ed uscita delle autostrade  in fasce orarie differenti e la sanzione prevista andrà da un minimo di 80 euro ad un massimo di 318 euro indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. Nel caso di mal tempo, inoltre, la polizia può vietare persino la prosecuzione del viaggio. Quali sono gli accorgimenti che dovrà osservare chi si mette al volante?

«Le catene», si raccomanda la polizia stradale, «devono essere di tipo omologato e montate nel caso di innevamento della strada, indossando il giubotto catarifrangente e  fermandosi in piazzole e spazi;  le calze da neve, infine, non sono equiparabili alle catene. Per  quanto riguarda gli pneumatici invernali lo spessore del battistrada non deve essere inferiore a 1,6mm».

01/12/2011 08:36