Regione, nel 2012 tagli di appena 500 mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2557

L’AQUILA. Promesse di tagli a destra e a manca ma alla fine, stando al bilancio di previsione approvato, nel 2012 si spenderanno appena 500 mila euro in meno rispetto all’anno in corso. Si poteva fare di più?

Il Consiglio regionale ha approvato, nella seduta odierna, il bilancio di previsione 2012 dell’ente, che aveva già avuto il via libera in Prima Commissione (presieduta da Emilio Nasuti).

Per il prossimo anno è stimato un fabbisogno di 29 milioni e 920mila euro, oltre 550mila euro in meno del 2011 e circa 3 milioni e mezzo in meno rispetto al 2009. Risparmi resi possibili, dicono con entusiasmo dalla Regione, attraverso una serie di azioni messe in atto nell’ultimo triennio, a partire dalla riduzione delle spese inerenti gli organi del Consiglio regionale per 624mila euro, anche in seguito all’approvazione della legge dello scorso anno che ha tagliato le indennità dei Consiglieri regionali e i fondi per le spese dei gruppi consiliari.

Altri 709mila euro provengono dalla diminuzione dei costi per il personale e 985mila euro riguardano risparmi sulle spese generali di funzionamento delle strutture (telefonia, energia, manutenzione, pulizia, vigilanza, etc.). Poco meno di 600mila euro attengono a economie sulle spese di carattere istituzionale (ad esempio organizzazione e sostegno a manifestazioni) e sul fondo di rappresentanza del presidente del Consiglio. Si è inoltre proceduto ad avviare l’accantonamento delle risorse necessarie al pagamento del trattamento di fine rapporto al personale dipendente.

Oggi il fondo ha una dotazione di 710mila euro (nel 2008 era pari a zero), che si prevede possa arrivare a 5 milioni entro il 2014, garantendo l’intera copertura del fabbisogno. «Il risultato di oggi – commenta Nasuti – è l’ennesima dimostrazione del lavoro che, come Consiglio regionale, stiamo portando avanti ormai da 3 anni e che punta all’ottimizzazione della gestione e dell’impiego delle risorse, garantendo così consistenti economie».

APPROVATA MODIFICA REGOLAMENTO

Ma il Consiglio regionale, su proposta del Consigliere del PdL Walter Di Bastiano (Presidente della Giunta per il Regolamento), ha approvato anche la modifica dell’articolo 121 del Regolamento interno per i lavori dell’Assemblea. Il provvedimento prevede la ridefinizione delle competenze del Comitato per la Legislazione, rafforzandone la funzione e attribuendo all’organismo un ruolo centrale nell’attività di monitoraggio delle politiche regionali. Fino ad oggi, infatti, il Comitato poteva solo “formulare proposte per la previsione e l’inserimento nei progetti di legge di clausole valutative”. Con la modifica, invece, vengono estese le prerogative previste nel quinto comma, delineando più puntualmente il ruolo e le attività del Comitato stesso nell’esercizio della funzione sull’attuazione delle leggi e la valutazione degli effetti delle politiche del Consiglio regionale, così come previsto dallo Statuto.

Si è approvato inoltre il differimento dei termini per l’entrata in vigore della legge sulla riduzione del rischio sismico (al 31 gennaio 2012) e l’approvazione di un emendamento alla legge regionale 10/2011 che proroga al 5 gennaio 2012 la caccia al cinghiale (fatta esclusione per i giorni 25 dicembre e 1° gennaio), a causa dell’eccessiva presenza sul territorio di animali di questa specie. Approvata, infine, una risoluzione – presentata dal Consigliere dell’IdV Carlo Costantini – in cui si chiede al Presidente Chiodi di disporre la pubblicazione sul sito internet della Regione di tutta la documentazione relativa alle richieste, da parte delle compagnie petrolifere, di esplorazione e trivellazione del territorio abruzzese.

30/11/2011 08:21