Aeroporto d’Abruzzo, superata la soglia dei 500.000 passeggeri

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2523

Aeroporto d’Abruzzo, superata la soglia dei 500.000 passeggeri
PESCARA. Si chiama Fabio Mucci il passeggero numero 500.000 del 2011 dell’Aeroporto d’Abruzzo.

Una cerimonia di premiazione lo ha designato ieri “testimonial” del conseguimento del mezzo milione di passeggeri. Il 500millesimo viaggiatore dello scalo, impiegato di banca pescarese, si è così aggiudicato un anno di parcheggio gratuito in aeroporto messo a disposizione dalla Saga e un soggiorno offerto da Ryanair: «Abbiamo ritenuto importante festeggiare questo risultato rilevante per il nostro aeroporto – ha detto il presidente della Saga Carla Mannetti - siamo contenti che Ryanair abbia accolto il nostro invito».

«Sono lieta di essere presente oggi – ha detto Melisa Corrigan, Sales & marketing manager di Ryanair per l’Italia – per celebrare quest’importante traguardo raggiunto dall’aeroporto d’Abruzzo, anche grazie alla partnership con Ryanair. Il fortunato passeggero è atterrato a Pescara con il nostro volo in arrivo da Francoforte (Hahn) e lo premiamo con un soggiorno in Costa Brava». Il soggiorno è valido per due persone per tre notti e comprensivo di due voli Ryanair andata e ritorno. «Ryanair – ha concluso Corrigan – ha contribuito in maniera fondamentale alla crescita e allo sviluppo dell’aeroporto d’Abruzzo e al raggiungimento di questo risultato, grazie anche ai nostri dieci collegamenti operati. Ci auguriamo sinceramente di continuare a crescere qui, anche e soprattutto per gli ottimi rapporti e collaborazione nati con il management dell’aeroporto».

Il superamento della quota 500.000 è uno dei risultati conseguiti dal programma della governance 2010- 2011 della Saga, contro i circa 460.000 del 2010. «Ad oggi siamo a quota 511.000 - ha spiegato il presidente Mannetti - con previsione 540.000 a fine 2011. Gli altri obiettivi perseguiti fin dal nostro insediamento e oggi raggiunti sono: la ricapitalizzazione della società; il pareggio di bilancio 2010 e 2011; l’accordo per le nuove rotte Ryanair; la diminuzione dei costi per passeggero; l’accordo con Cerrano tour e Senioren reisen per turisti austriaci 2011-2012, che quest’anno ha prodotto 12.000 transiti; l’inaugurazione della nuova aerostazione; l’avvio dei lavori di restyling nel terminal. Consolidati, inoltre, i rapporti con Belleair, che dal 21 dicembre incrementerà il collegamento con Tirana con una terza frequenza settimanale e con Airvallee che dal 21 novembre opera il collegamento Pescara-Torino e con cui sono state intraprese iniziative per l’est e il sud Italia». Confermato anche il sodalizio con il vettore Air Transat, grazie all’impiego di un aeromobile Airbus 330 di maggior capacità e attivato il collegamento con Mostar. Tra gli altri punti, l’anticipo alle 7.30 dell’orario di partenza del Pescara-Linate di Alitalia; lo sviluppo di nuove rotte con Airvallee e il ripristino del Pescara-Torino; le visite scolastiche; la contrazione dei costi relativi ai compensi degli amministratori e alle spese di rappresentanza. «Altri risultati conseguiti – ha proseguito Mannetti - la partecipazione a progetti comunitari, e ricordo il Progetto Masca e il progetto speciale di formazione Learning Organization Fse 2007-2013; la rinegoziazione dei contratti di consulenza con risparmio dal 10% al 40%; la rinegoziazione di sub concessioni e stipula di nuove dopo la manifestazione d’interesse; il restyling del bar da parte del sub-concessionario D’Angelo; l’aumento di introiti del parcheggio e gestione in house dello stesso che, grazie ad azioni di incentivazione commerciale come i biglietti pre-pagati hanno apportato un incremento nel 2011 pari a circa 453.219 euro contro i circa 408.775 del 2010. Tra le ultime novità, l’ubicazione all’interno dell’aerostazione dell’emettitrice self service Trenitalia. Chiude l’elenco, l’attivazione del processo di riorganizzazione interna della società».

ANCHE I SINDACATI SODDISFATTI MA «SI DEVE FARE ANCORA DI PIU’»

«Il trend decisamente positivo sul traffico passeggeri deve essere punto di partenza e non di arrivo per la Saga», commenta il segretario generale aggiunto della Cisl Trasporti Abruzzo Amelio Angelucci.

«La guida tecnica della Società di gestione ha prodotto, in termini assoluti, risultati importanti che servono anche e soprattutto a fronteggiare i progetti di razionalizzazione della rete aeroportuale nazionale che, è bene ricordarlo, non individuano l’aeroporto d’Abruzzo tra gli scali primari».

Secondo Angelucci resta comunque sospesa la necessità di rendere l’aeroporto regionale volano dell’economia ed infrastruttura primaria, obiettivi questi che possono essere raggiunti «solo attraverso una diversa attenzione all’incidenza dell’incoming sul dato passeggeri complessivo: il sottile equilibrio tra finanziamento pubblico giustificato e piano marketing rappresenta la vera sfida che attenderà il nuovo management».

Altro capitolo è quello degli obiettivi di autofinanziamento: «la Fit Cisl ritiene fondamentale prevedere politiche aziendali, relative tanto al traffico passeggeri quanto a quello merci oggi molto deficitario, che siano finalizzate ad avere una SAGA autosufficiente e realmente proiettata verso scenari che, data la situazione economica, potrebbero non avallare ricapitalizzazioni da parte dei soci pubblici: farsi trovare pronti sarebbe l’unica garanzia di sussistenza»”.

Anche sul tema dell’organizzazione del lavoro secondo Angelucci c’è la necessità di calibrare la stessa mettendo in parallelo gli obiettivi aziendali con le risorse umane che la Saga ha nel proprio interno. «Anche questo è un compito che spetta a chi avrà il compito di guidare la Società nel prossimo futuro».

29/11/2011 09:05