Accordo Federfarma-Regione: i medicinali tornano nelle farmacie

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

943

ABRUZZO. Ritornano nelle farmacie abruzzesi molti medicinali che erano spariti in seguito ad una contestatissima delibera della Regione che li aveva relegati esclusivamente alle farmacie ospedaliere con chiare ripercussioni e disagi per tutti coloro che abitano distanti da un presidio ospedaliero.. Ieri l’accordo tra Federfarma e l’assessore Mazzocca.
Raggiunta l'intesa per la distribuzione "in nome e per conto" dei farmaci nelle farmacie convenzionate con il Servizio Sanitario Regionale.
Ieri sera è stato sottoscritto l'accordo fra l'Assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca, ed i rappresentanti di Federfarma e di Assofarma (che raggruppano rispettivamente le farmacie private e le farmacie comunali convenzionate), in merito alla distribuzione, attraverso le farmacie private e pubbliche convenzionate, di molti farmaci che - particolarmente costosi - vengono distribuiti esclusivamente nelle farmacie ospedaliere.
L'accordo mira a migliorare il servizio dando la possibilità a quei cittadini più svantaggiati, in quanto affetti da malattie gravi e croniche, di ritirare i farmaci di cui ha bisogno nelle farmacie ospedaliere o, in alternativa, nelle farmacie convenzionate. Esso riconosce, inoltre, alle farmacie convenzionate un ruolo attivo nell'ambito del Servizio Sanitario Regionale salvaguardando, in particolare, le farmacie più piccole localizzate nei Comuni più periferici.
Il nuovo servizio, che potrebbe partire già dal primo giugno, avrà una valenza sperimentale per il primo anno.
E' prevista la possibilità di rivedere l'accordo sulla base dei risultati ottenuti al 31.12.2007.

«L'intesa raggiunta», spiega Federfarma Abruzzo, «prevede infatti la “distribuzione in nome e per conto” di diverse categorie di farmaci molto importanti per i malati gravi e cronici che potranno essere così ritirati dalla cittadinanza in tutte le farmacie convenzionate del territorio, senza doversi più recare nelle sole farmacie ospedaliere. Questa decisione, presa di comune accordo tra Federfarma Abruzzo e Assessorato alla Sanità, avrà valore annuale e pone così fine ai tanti disagi che hanno dovuto subire i cittadini abruzzesi che, in pratica, torneranno a prendere i medicinali di cui necessitano nelle varie farmacie private che li andranno a distribuire per conto delle Asl, senza prevedere un aggravio di costi per la Spesa Sanitaria Regionale».
L'associazione dei farmacisti si augura che con il nuovo accordo si possa porre fine ai «tanti disagi patiti dagli abruzzesi negli ultimi mesi».
09/05/2007 8.47