Latte contaminato: bloccati anche Parmalat, Granarolo e Newlat

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2834

  Continuano gli strascichi legati alla vicenda latte contaminato. Così dopo Milupa e Nestlè, e dopo l’allarme dei giorni scorsi per tetra pak di succhi di frutta, oggi la lista di nomi sospetti si allunga.

 


Continuano gli strascichi legati alla vicenda latte
contaminato. Così dopo Milupa e Nestlè, e dopo l'allarme dei giorni scorsi per tetra pak di succhi di frutta, oggi la lista di nomi sospetti si allunga.


Parmalat, Granarolo e Newlat si autosospendono e fanno ritirare dai supermercati Coop di tutta Italia latte scremato leggero, latte ad alta digeribilità, di panna, crema al cacao, succhi di frutta
L'azione, che ha scopo preventivo, sarebbe stata chiesta dagli stessi produttori.
Il ritiro è stata concordata con la casa madre di Coop a Casalecchio di Reno (Bologna) con una nota acquisita ieri anche dalla Guardia di Finanza. La comunicazione è stata anche inviata alla procura di Ascoli Piceno che ha avviato le indagini sul latte alterato.
Per quanto riguarda i prodotti Granarolo, Coop ritira alcuni lotti di latte scremato leggero, latte ad alta digeribilità e a lunga conservazione, panna ad alta pastorizzazione, crema alla vaniglia e crema al cacao, che scadono tra il dicembre 2005 e il febbraio 2006.
I prodotti Parmalat ritirati sono un tipo di latte per lo sviluppo e cinque tipi di succhi di frutta, in scadenza tra febbraio e novembre 2006. Della Newlat sono ritirati due tipi di besciamella, uno di panna Giglio, e particolari confezioni di latte a lunga conservazione Polenghi.
1/12/2005 ore 12:18