I turisti tra promozione e bocciatura:«Bel paesaggio, male il resto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2396

PrimaDaNoi.it ha parlato con alcuni albergatori della regione che riportano commenti e giudizi dei turisti che hanno trascorso l’estate in Abruzzo. Promossa la natura, decisamente bocciata la macchina organizzativa.
Gli albergatori, conclusa la stagione estiva, tirano le somme e ripensano ai giudizi espressi dai turisti. Dopo una netta diminuzione di presenze per motivi meteorologici e non solo, bisogna ora analizzare quali sono i punti critici da migliorare per garantire un soggiorno futuro di livello superiore. Così proprio gli albergatori, interpellati da PrimaDaNoi.it, si fanno portavoce di quei commenti, positivi e non che hanno ascoltato per tutta l'estate.
Chi viene in Abruzzo rimane piacevolmente sorpreso da «l'ottima posizione geografica e dal fatto che il mare e la montagna siano facilmente raggiungibili tra loro», spiega Katja Soardi, gestore del Camping- Village Eurcamping di Roseto degli Abruzzi. «Si rendono conto dell'enorme
ricchezza e della varietà dell'offerta turistica del nostro territorio, apprezzano gli integri paesaggi dei parchi, le spiagge e i porti turistici (un pò delusi da quello di Roseto)» E poi ancora apprezzamenti per «i borghi medioevali, l'enogastronomia Abruzzese, luoghi di pellegrinaggio, l'artigianato e le stazioni termali
».
La conformazione geografica e la posizione a metà strada tra mare e monti è un punto positivo (lo sappiamo, ma il merito è solo del Creatore) anche secondo quanti hanno alloggiato presso la struttura di Ennio Cipriani, il Park Hotel Cipriani di Rivisondoli: «I nostri clienti apprezzano i grandi spazi, il verde e la possibilità che con un'ora di macchina possono passare dai duemila metri al livello del mare». Secondo Pierluigi Palumbo, amministratore e responsabile commerciale Elios Servizi Srl (incoming tour operator) e Elios Gestur Srl «la fanno da padrona nei cuori dei turisti la buona cucina e la natura imponente».
Ma i lati negativi?
Se si provasse a contarli si noterebbe che purtroppo superano di gran lunga i fattori positivi. Tanti ma forse non così irrecuperabili: «I turisti restano delusi dalla
mancanza di materiale informativo», precisa Katja Soardi che continua, «gli uffici Iat centellinano i cataloghi e quel poco che ci viene fornito molto spesso è anche incompleto. Quest'anno, ad esempio, il materiale è mancato completamente e
sono stata costretta ad andare avanti con fotocopie e stampe da internet per poter documentare le varie località della costa e dell'entroterra, Parchi Nazionali compresi. C'è, inoltre, chi rimane deluso per la mancata apertura serale dei negozi».
Ma sono anche altri e ben più seri i punti critici per i turisti che notano «una mancanza di rispetto verso l'ambiente, una non curanza di responsabilizzazione e/o cattiva informazione da parte degli enti comunali come ad esempio varie discariche a cielo aperto in diversi punti delle città, non necessariamente alle periferie e quantità di cartacce, bottiglie di vetro e plastica sparse qua e là - bordi di strade, litorale, siepi».
«I nostri turisti chiedono maggior presenza umana», dichiara ancora Ennio Cipriani di Rivisondoli, «non si accontentano più delle frasi fatte, del mangiare, dormire, dell' aria fresca del buon vino e della pasta». Della stessa opinione Pierluigi Palumbo che afferma: «i
turisti rimangono delusi per la carenza di servizi e di cultura dell'ospitalità». Per Nino Giamberardini infine «delude la carenza organizzativa e programmatica rispetto al nord Italia».
Alessandra Lotti



TURISMO: CONFRONTO PER IL RILANCIO DEL SETTORE

(Regione Flash) Pescara, 26 set. - "Le Regioni per la ripresa del turismo: innovazioni istituzionali e legislative", costituisce il tema della Sessione straordinaria della Conferenza delle Regioni e Province Autonome - convocata da Enrico Paolini, vice Presidente della Regione e Coordinatore nazionale della Commissione Turismo - che si terrà mercoledì 28 settembre, con inizio alle ore 15,00, presso lo Sporting Hotel Villa Maria (contrada Pretaro, Francavilla al Mare). "Si tratta, tiene a sottolineare Paolini, di un'importante occasione di confronto tra le massime autorità istituzionali sul delicato tema del rilancio del sistema turistico italiano". Saranno presenti i Presidenti e gli Assessori al Turismo delle Regioni e delle Province autonome. I lavori, preceduti dal saluto del presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, saranno aperti da una relazione di Paolini, cui seguiranno gli interventi di Fabio Melilli, presidente Upi, di Leonardo Domenici, presidente Anci, di Enrico Borghi, presidente Uncem, e di Lucio Stanca, Ministro per l'Innovazione tecnologica. A seguire un intervento del Ministro per le Attività produttive, Claudio Scaiola. Le conclusioni sono affidate a Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome. Al termine dei lavori, presumibilmente intorno alle ore 18,00, Enrico Paolini, Claudio Scajola e Vasco Errani terranno una conferenza stampa. 26/09/2005 17.07