Centri di revisione, appuntamento a Montesilvano per l’aumento delle tariffe

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1419

ABRUZZO. I titolari dei centri di revisione auto dell’Abruzzo e del Molise saranno stasera, venerdì 12 gennaio, a Montesilvano, su iniziativa della Cna, per discutere dell’aumento delle tariffe relative alle revisioni delle auto, secondo quanto disposto dal comma 923 della legge finanziaria 2007. Il risultato, che rappresenta il coronamento di una lunga rivendicazione degli stessi titolari, è stato raggiunto con il lavoro e all’impegno profuso da parte della Cna.
«Si tratta di una questione fondamentale per il futuro delle imprese che operano in questo campo – conferma il presidente regionale Roberto Di Gregorio – perché l'attuale tariffa, ferma da molti anni, non è più remunerativa rispetto al servizio prestato agli automobilisti. A questa importante conquista da parte della categoria si è arrivati al termine di un lungo periodo di battaglie».
L'incontro di oggi è stato voluto per illustrare nel dettaglio le modalità operative attraverso le quali si arriverà all'aumento. L'appuntamento è fissato all'hotel Miramare, di fronte all'uscita del casello di Pescara Nord delle autostrade A14, con inizio alle ore 19. Saranno presenti il segretario nazionale dell' Unione Servizi alla Comunità Ettore Cenciarelli, il vice presidente nazionale della Cna, Franco Cambi, il presidente e il segretario regionale dell' Unione Servizi alla Comunità Roberto Di Gregorio e Vincenzo Cicioni.

Il testo del comma 923 recita « Con decreto del Ministro dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro il 31 gennaio 2007, ai sensi del comma 12 dell'articolo 80 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, è stabilito un incremento delle tariffe applicabili per le operazioni di revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi in cifra uguale per le operazioni eseguite dagli uffici della Motorizzazione e per quelle eseguite dai centri privati concessionari di dette operazioni ai sensi dello stesso articolo 80, comma 8».

12/01/2007 9.04