Finanziaria 2007 : «l'Abruzzo non è mai stato così forte»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2869

ABRUZZO. La Legge Finanziaria per il 2007, approvata in Parlamento, contiene misure di notevole rilievo per la Regione Abruzzo, che incidono in diversi settori economico-sociale-istituzionale. Il vice presidente della Commissione Bilancio del Senato, Legnini e coordinatore dei lavori dell'Ulivo per la Finanziaria 2007, ha spiegato: «La Finanziaria approvata dal Parlamento accoglie molte richieste del territorio abruzzese, che ho personalmente sostenuto e portato avanti durante i lavori in Commissione Bilancio, con l'approvazione da parte del Senato degli emendamenti che ho presentato».
La Finanziaria contiene delle norme di «notevole rilevanza», che gettano le basi per un nuovo modello di sviluppo organico della nostra Regione. Oltre ai 30 milioni di euro aggiuntivi, ottenuti con l'emendamento presentato dal Senatore Legnini, per l'organizzazione dei Giochi del Mediterraneo, «occorre sottolineare gli interventi in favore delle imprese, dei lavoratori, dell'ambiente e del turismo».
Il segretario provinciale dei DS Silvio Paolucci ha inoltre sottolineato l'apertura del provvedimento: «La Finanziaria 2007 si è adeguata alle esigenze che si manifestavano da parte delle associazioni di categoria» Enrico Raimondi, capogruppo al Consiglio Comunale di Chieti sostiene invece che «l'Abruzzo non è mai stato così forte in Parlamento negli ultimi dieci anni, e ciò grazie soprattutto al lavoro estenuante del senatore Giovanni Legnini»

CREDITO D'IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

Le imprese abruzzesi limitatamente alle aree ammesse alle deroghe (previste dall'articolo 87, paragrafo 3, lettere a) e c), del Trattato istitutivo della Comunità europea), potranno usufruire del credito d'imposta automatico per l'acquisizione di beni strumentali nuovi. Il Credito d'Imposta, che per l'Abruzzo ammonta al 27%, è riconosciuto nei limiti del regime "de minimis" (tetto massimo degli importi accordati ad una singola impresa pari a 200.000 euro nell'arco di tre anni).

RIDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORO – RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE

Le imprese abruzzesi potranno usufruire della riduzione del costo del lavoro nella misura massima consentita per le altre Regioni del Mezzogiorno con deduzione dell'Irap di un importo fino a 10.000 Euro su base annua per ogni lavoratore dipendente a tempo indeterminato.
(La deduzione massima per le altre Regioni è di 5.000 Euro) nei limiti del regime "de minimis".

RESTITUZIONE SGRAVI CONTRIBUTIVI PER GLI ANNI 1994-1996

Su proposta del senatore Legnini è stata introdotta una norma che prevede l'obbligo per il Ministero del Lavoro di emanare un decreto per regolare i rapporti di debito e credito nei confronti dell'INPS relativi agli sgravi contributivi di cui ai decreti del Ministero del Lavoro del 5/8/1994n e del 24/12/1997. Si tratta di una disposizione molto attesa da tutte le imprese abruzzesi, che risolve un contenzioso che perdura da circa 12 anni.

MOBILITÀ LUNGA PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRONICO

Su proposta del deputato Massimo Cialente alla Camera è stata introdotta una riserva per 1000 lavoratori del diritto alla mobilità lunga e al pensionamento in base alle regole pre-riforma Maroni per 1000 lavoratori già dipendenti delle imprese sottoposte alla procedura di amministrazione straordinaria (Finmek). A tale riserva si è aggiunta al Senato, su proposta del senatore Giovanni Legnini una quota ulteriore di 500 lavoratori dipendenti delle imprese del settore elettronico sottoposte a procedure concorsuali e ubicate nelle Regioni del Mezzogiorno, tra cui l'Abruzzo. (Tale norma potrebbe interessare la Oliit, dichiarata fallita).

GIOCHI DEL MEDITERRANEO 2009

Su proposta del senatore Legnini è stata raddoppiato il contributo dello Stato, rispetto a quello già previsto nella Finanziaria per il 2006. Si è quindi previsto uno stanziamento ulteriore di 30 milioni di Euro per l'organizzazione dei Giochi, l'impiantistica sportiva e gli interventi infrastrutturali. In tal modo il contributo totale dello Stato ammonta a 60 milioni di Euro , rendendo più agevole l'organizzazione dei Giochi del Mediterraneo.

DIRITTO DI PRELAZIONE DEI COMUNI PER L'ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI DISMESSI DALLE FERROVIE DELLO STATO

Su proposta del senatore Legnini è stato introdotto il diritto di prelazione degli Enti Locali e degli Enti Gestori per l'acquisizione di beni immobili (ex tracciati ferroviari, stazioni, etc.) , non più strumentali alla gestione caratteristica dell'impresa ferroviaria e ubicati in zone sottoposte a vincolo paesaggistico e ricompresi in aree protette. La stima del valore di rendita dovrà tener conto dei vincoli di destinazione urbanistica degli immobili e della loro finalità di utilità pubblica. La norma, applicabile su tutto il territorio nazionale, consentirà in particolare di acquisire a prezzi contenuti le aree dismesse e le stazioni ferroviarie sulla Costa Teatina, permettendo l'istituzione del Parco marino, già prevista da una legge dello Stato (Legge n. 93 del 2001). La norma potrà altresì interessare molti comuni delle aree interne, in particolare della Provincia de L'Aquila, dove sono ubicati tracciati ferroviari dismessi.

STABILIZZAZIONE DEI PRECARI DEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E DEL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA

Su proposta dei senatori Legnini e De Petris è stato disposto lo stanziamento di 2 milioni di Euro annui, a partire dal 2007, per consentire la stabilizzazione del personale fuori ruolo, operante presso gli Enti Parco del Gran Sasso e della Majella. Si è risolto in tal modo un problema annoso che riguarda circa 70 lavoratori.
Ci sono poi altre norme che potrebbero interessare direttamente anche la Regione Abruzzo:
Ristorno delle Royalty spettanti allo Stato sulle estrazioni petrolifere alle Regioni del Mezzogiorno, tra le quali l'Abruzzo, qualora si attivi l'estrazione petrolifera nel sito di Ortona. Tali risorse dovranno essere destinate al finanziamento degli strumenti della Programmazione Negoziata (Patti Territoriali, etc.)

GLI ISPETTORI DEL LAVORO

L'Abruzzo è inoltre ricompresa tra le Regioni alle quali è riservata l'assunzione di 300 nuovi Ispettori del Lavoro per l'attività di contrasto al lavoro nero e la prevenzione degli infortuni sul lavoro e del fenomeno delle morti bianche. Altre norme prevedono di stabilizzare i precari degli Enti Locali e della Pubblica Amministrazione, tra cui la possibilità per la Regione di assumere i dipendenti in esubero dei Consorzi Agrari

IL FONDO PER I PICCOLI COMUNI

Di particolare interesse è l'istituzione di un fondo di 260 milioni di Euro da ripartire tra i piccoli Comuni fino a 5.000 abitanti, aggiuntivi rispetto ai trasferimenti dello scorso anno, con una riserva di 20 milioni per i comuni di montagna, una misura che riguarda gran parte dei comuni abruzzesi. (art. 1 comma 705 della Legge Finanziaria 2007 – Testo del Governo)

D.D.C. 19/12/2006 14.47