Per i piani spiaggia non approvati in arrivo i commissari ad acta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

640

ABRUZZO. La legge regionale 42 del 2006 prevede l'esercizio da parte della Regione del potere sostitutivo nei riguardi di quei Comuni che non abbiano approvato il Piano del Demanio marittimo nei termini di legge.
La Direzione Turismo e Attività Sportive provvede alla nomina dei Commissari ad acta, scelti tra personale idoneo interno alla Provincia competente per territorio, su indicazione della stessa Provincia.
Il provvedimento è stato presentato questa mattina dal vicepresidente della giunta Enrico Paolini.
Attualmente i Comuni che non hanno approvato il Piano del Demanio marittimo sono quelli di Alba Adriatica, Roseto, Silvi, Città S.Angelo, Ortona e Fossacesia.
I Comuni che invece hanno approvato il Piano sono Pineto, Montesilvano, Casalbordino, Rocca S.Giovanni e Vasto.
La stessa legge 42 determina in 10 milioni di euro la consistenza del fondo per la promozione turistica.
«La Giunta regionale», ha spiegato Paolini, «concederà contributi in conto capitale, per iniziative riguardanti l'impiantistica sportiva, nel limite massimo del 50% della spesa oppure concederà contributi in conto interesse nel limite dell'abbattimento complessivo degli stessi. Destinatari delle provvidenze sono i Comuni singoli o associati in consorzio, società, associazioni ed enti di promozione sportiva, riconosciuti dal Coni».
I bandi saranno pubblicati anche sul sito istituzionale della Regione Abruzzo ed i termini per le domande di contributo scadranno il prossimo 27 dicembre.

11/12/2006 15.21