La nuova guida ai 500 agriturismo abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1621

ABRUZZO. L’agriturismo come forma di vacanza alternativa non solo per chi viene da fuori ma anche per gli abruzzesi che vogliono trascorrere qualche giorno di riposo per degustare prodotti genuini e tipici della campagna abruzzese. E’ stata presentata ieri mattina nella Camera di Commercio di Pescara dalle tre associazioni agrituristiche Terranostra, Turismo Verde e Agriturist la nuova guida “Agriturismi in Abruzzo”, costituita da cinque volumi, dodici itinerari, cinquecento aziende censite, un’ampia panoramica sulla storia, le tradizioni, il folklore, la cultura e la gastronomia delle quattro province.

ABRUZZO. L'agriturismo come forma di vacanza alternativa non solo per chi viene da fuori ma anche per gli abruzzesi che vogliono trascorrere qualche giorno di riposo per degustare prodotti genuini e tipici della campagna abruzzese. E' stata presentata ieri mattina nella Camera di Commercio di Pescara dalle tre associazioni agrituristiche Terranostra, Turismo Verde e Agriturist la nuova guida “Agriturismi in Abruzzo”, costituita da cinque volumi, dodici itinerari, cinquecento aziende censite, un'ampia panoramica sulla storia, le tradizioni, il folklore, la cultura e la gastronomia delle quattro province.


La terza edizione, pubblicata grazie al contributo della Regione Abruzzo, offre una panoramica completa delle aziende presenti sul territorio regionale.
Un elegante cofanetto raccoglie cinque pratici volumi (uno per ogni provincia, più uno dedicato alla regione), ciascuno dei quali contiene:

1. Un'ampia introduzione con informazioni utili (natura, storia, musei, gastronomia e prodotti, artigianato, folklore e tradizioni) per conoscere il territorio di riferimento;
2. Le schede descrittive di ogni singola azienda, raggruppate secondo tre itinerari ideali all'interno di ogni provincia, con informazioni su cucina, ricettività, servizi disponibili, località e offerta turistica, sportiva e culturale della zona.

«La guida, realizzata per la terza volta con fotografie di grande suggestione e una descrizione schematica rendono gradevole la lettura» ha spiegato Dante Melchiorre, di Terranostra, uno dei curatori della guida «il piccolo formato ne fa un'indispensabile strumento, funzionale e maneggevole per chiunque. Per le aziende è un veicolo promozionale molto importante che circola anche fuori Abruzzo».
Alla conferenza, hanno inoltre partecipato per Terranostra Domenico Pasetti, che ha ricordato il costante impegno delle associazioni per la promozione delle aziende agrituristiche, il programma delle attività finanziato dalla Regione e l'esigenza di una nuova legge regionale sull'agriturismo in linea con la riforma in atto a livello nazionale. Giancarla Galli di Agriturist ha sottolineato il concetto di qualità per gli agriturismi e ribadito l'importanza della guida come strumento di promozione del territorio.
Ha concluso l'incontro Antonio Di Giandomenico, dell'assessorato regionale agricoltura, annunciando che la legge sull'agriturismo sarà rivisitata sulla base della nuova legge quadro nazionale. Di Giandomenico ha inoltre sottolineato la necessità di un provvedimento sulla classificazione delle aziende agrituristiche e ha elogiato la guida ricordando le numerose bellezze e tipicità della regione.

05/12/2006 8.58