Il progetto per l'inserimento della donna in azienda? «Un bluff a metà»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

530

LA TESTIMONIANZA. TERAMO. Un progetto finanziato dalla Regione che di fatto non sta pagando le lavoratrici come promesso. 500 euro che dovevano arrivare ma non sono mai giunti a destinazioni, con gravi disagi per chi, già senza lavoro, deve anticipare le spese per gli spostamenti. Una lettrice racconta a PrimaDaNoi.it cosa sta accadendo.

Il Work Experiences, per chi ci ha creduto e lo sta frequentando può essere definito un bluff a metà, una bella mela rossa di cui un cinquanta per cento è buono e da mangiare e l'altro cinquanta da buttare poichè vi è presente uno di quegli esseri minuscoli che vengono chiamati vermicelli.
«La parte buona della mela», racconta la nostra lettrice, «è una grande opportunità nei confronti delle donne inoccupate di poter vivere a tutti gli effetti un'esperienza lavorativa aziendale anche se sottoforma di tirocinio». Secondo quanto scritto nel progetto le donne impiegate hanno diritto, a percepire una somma mensile di 500 euro, erogata dalla regione Abruzzo la stessa che sovvenziona l'intero progetto del Work Experiences.
«Il vermicello della mela rossa», prosegue la donna, «invece è il cattivo comportamento della Regione che latita o ritarda quando è il momento di mettere in pratica senza inutili intoppi burocratici l'aspetto economico del progetto.
Una somma importante e un aiuto costruttivo a quella fascia debole della società, rappresentata cioè da donne inoccupate che invece di disperarsi cercando un lavoro che spesso non è in linea con gli studi fatti, hanno la possibilità di poter concretizzare un'esperienza che andrà ad incidere positivamente nel curriculum vitae e in eventuali colloqui di
lavoro».

A tutt'oggi, per quello che riguarda il progetto della provincia di Teramo «non sono stati erogati i 500 euro realtivi al mese di settembre(mese di inizio del tirocinio) e ottobre.
Questa situazione peggiora sicuramente la situazione economica di alcune delle partecipanti che si devono spostare con l'automobile, sostenere spese che iniziano a creare non poche difficoltà».
I soldi arriveranno? E' solo un ritardo?
16/11/2006 9.35