Giochi del Mediterraneo 2009: tutto tace, nulla si muove

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1113

Giochi del Mediterraneo 2009: tutto tace, nulla si muove
PESCARA. Dopo l'incontro dello scorso 19 ottobre a Palazzo Chigi del Coni, Regione Abruzzo, Comune, Provincia e Governo dove si è raggiunto un faticoso accordo di massima sulle iniziative necessarie per i Giochi del Mediterraneo c'è stato un nuovo stallo. E' quanto dichiara il presidente del Comitato organizzatore Sabatino Aracu in una lettera inviata al sottosegretario allo Sport Giovanni Lolli.
«Si era concordato», scrive Aracu a Lolli, «che l'urgenza primaria era da riservarsi alle variazioni dello statuto affinché si potesse operare con la massima trasparenza nei confronti dei componenti del Consiglio di Amministrazione». Ma non è ancora avvenuto niente: «sono trascorse diverse settimane ma non è ancora pervenuto il testo delle modifiche statutarie da sottoporre al Consiglio di Amministrazione del Comitato né, quindi, le comunicazioni delle date per la convocazione e lo svolgimento dei lavori di quest'ultimo».
Inoltre la Società Villaggio Mediterraneo S.r.l. ha rappresentato lo scorso 10 novembre l' esigenza della sottoscrizione del contratto per la realizzazione del villaggio atleti, ma anche su questo versante non si sta muovendo niente. «Con l'occasione», scrive ancora il presidente a Lolli, «si fa presente che entro il corrente mese dovrà essere approvato il bilancio preventivo del Comitato per l'anno 2007 e che il prossimo 31 dicembre scade l'autorizzazione della Caripe e, quindi, va prorogata l'apertura di credito per € 400.000,00».
«A Palazzo Chigi», ricorda Aracu, «ho confermato espressamente la mia intenzione a compiere "molti passi indietro" affinché si rimuovessero con solerzia l'insieme degli ostacoli che di fatto e per lungo tempo hanno paralizzato l'evoluzione progettuale. Ma da quel giorno non è cambiato ancora niente».
16/11/2006 9.31