Nasce un tavolo di coordinamento sulla cartografia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

887

ABRUZZO. Un gruppo di lavoro intersettoriale, dotato di una segreteria Tecnica di Supporto, con l'obiettivo strategico di coordinare le attività, in materia di cartografia, delle singole direzioni regionali. Si tratta dell'organismo, composto da tutte le direzioni dell'ente Regione, che ha ottenuto l'approvazione della Giunta.
«Sarà di aiuto al Servizio Cartografico regionale - afferma Franco Caramanico, assessore alla Pianificazione Urbanistica e Territoriale - per concretizzare gli interscambi tecnici. Consentirà - prosegue - la realizzazione di un unico repertorio degli strumenti urbanistici e territoriali con l'obiettivo di semplificare l'iter di reperimento delle informazioni per le attività gestionali interne».
Un comitato di coordinamento che fornirà al cittadino, ma anche alle università, enti di ricerca, aziende regionali, associazioni ambientaliste, imprenditori, professionisti, una completa informazione sulle tematiche urbanistico - ambientali, «coniugando - aggiunge - in modo coerente le attività di pianificazione specifiche, mi riferisco al Quadro di riferimento, Piano regionale paesistico, Piani territoriali di coordinamneto provinciali, Piani dei parchi, Piani Regolatori Generali, Piani di settore, Progetti speciali. Il progetto armonizzerà le cartografie di base standardizzando i diversi 'linguaggi' dei Piani locali».
Tre anni è il tempo necessario, secondo quanto stimato dall'Esecutivo, per il raggiungimento dei risultati «del complesso progetto che dovrà attenersi a scadenze programmate - conclude Caramanico - quale lo schema di programma, l'approvazione dello stesso da parte della Giunta e del Consiglio regionale, la predisposizione di Protocolli d'Intesa con enti-parco, UPI, UNCEM, ANCI, Prefetture, Protezione Civile, l'approvazione della gara d'appalto, l'avvio della fase di informatizzazione, la creazione di un 'data base' per l'uso del suolo».

08/11/2006 9.11