Oggi a Francavilla il forum nazionale del turismo. Arriva Scajola

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1317

FRANCAVILLA. Importante appuntamento per la nostra regione con le più importanti cariche del settore. Si farà il punto della situazione e si snocciolerano dati. Si stabiliranno le direttive per risollevare l’economia che ha subito una brusca battuta di arresto. ECCO COSA DICONO GLI OPERATORI ABRUZZESI
FRANCAVILLA. Importante appuntamento per la nostra regione con le più importanti cariche del settore. Si farà il punto della situazione e si snocciolerano dati. Si stabiliranno le direttive per risollevare l'economia che ha subito una brusca battuta di arresto.


ECCO COSA DICONO GLI OPERATORI ABRUZZESI


Arriva il ministro Scajola ed il presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, per il Forum nazionale sul turismo. L'appuntamento è per oggi a Francavilla al Mare,presso lo Sporting Hotel Villa Maria, con inizio alle ore 15.00, dove è prevista una sessione straordinaria della Conferenza delle Regioni sul tema: 'Le Regioni per la ripresa del turismo: innovazioni istituzionali e legislative', al quale parteciperanno anche il presidente dell'Anci, Leonardo Domenici, il presidente dell'Uncem, Enrico Borghi.
Il Forum e' organizzato dalla Confesercenti, ed è proprio il presidente nazionale, Claudio Albonetti, a ribadire l'esigenza che sia il Comitato nazionale ad individuare i temi prioritari per il rilancio del settore.
«Siamo soddisfatti perche' riprende a camminare quel processo collaborativo tra lo Stato, le Regioni e le associazioni di categoria», afferma Albonetti in una nota, «che aveva portato sulla questione della riforma dell'Enit ad avere una posizione unanime delle tre Confederazioni. Le competenze sulle politiche del turismo devono risiedere nelle Regioni, ma il governo del processo deve avvenire a livello nazionale. Ecco perche' leggiamo positivamente la costituzione del Coordinamento nazionale, purche' operi per elaborare strategie di rilancio del comparto turistico italiano».
Il segretario regionale della Confesercenti, Enzo Giammarino, aggiunge che «ospitare il convegno nazionale sul turismo e' un riconoscimento importante per la nostra regione. Non e' improprio definire questo incontro come gli Stati generali sul Turismo delle istituzioni italiane perche' si affronteranno, alla presenza anche del ministro per le Attivita' produttive, del coordinatore nazionale delle Regioni e di tutti gli assessori regionali al ramo, temi che interessano la ristrutturazione del settore, come nel caso della riforma dell'Enit. Allo stesso tempo questo evento attribuisce agli operatori turistici e agli amministratori regionali maggiori responsabilita', che devono tradursi in un lavoro di squadra, sinergico, per aumentare il grado di competitivita' del sistema Abruzzo nel panorama globale, nel quale ci si sta confrontando».
La Regione Abruzzo, nella sua funzione di coordinatrice delle Regioni italiane nelle politiche del turismo, per la prima volta ha la possibilita', dice ancora il segretario regionale della Confesercenti, «di contribuire a segnare positivamente la presenza del nostro territorio in un settore strategico per l'economia italiana». 27/09/2005 15.37


"Un momento di confronto importante che riporta l'Abruzzo al centro della politica nazionale su un tavolo istituzionale di rilievo". E' il parere del vicepresidente Enrico Paolini presentando la sessione straordinaria della Conferenza delle regioni che si svolge domani. "Sul tavolo del confronto", spiega Paolini, "siederanno tutti gli assessori regionali al turismo e non sarà un discorso chiuso agli ambiti regionali, ma esso è destinato ad allargarsi in campo nazionale con la presenza, nel pomeriggio, di Lucio Stanca, ministro per l'Innovazione tecnologica, e di Claudio Scajola, ministro delle Attività produttive. Per questo", aggiunge il vicepresidente con delega al Turismo, "Pescara e l'Abruzzo domani sono destinati a recitare un ruolo centrale nella politica di sviluppo turistico e tutto questo non può che fare bene all'immagine della nostra regione. A Pescara gli assessori regionali al turismo", ha concluso Paolini, "tracceranno le strategie future, in un settore che quest'anno ha conosciuto momenti di crisi dai quali è possibile uscire solo con idee chiare e proposte precise". 27/09/2005 16.47