Sanità: Mazzocca, da governo 80 milioni di risorse aggiuntive

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

564

ABRUZZO. Ammontano a 80 milioni di euro i fondi aggiuntivi nel settore sanità per l'anno 2006 attribuiti alla Regione Abruzzo. È il risultato del tavolo di monitoraggio tra i tecnici del ministero del Tesoro e quelli della Regione Abruzzo sull'andamento del piano di risanamento dei debiti della sanità regionale proposto dalla Giunta regionale.
«Gli 80 milioni di euro - spiega l'assessore Bernardo Mazzocca - sono da considerare come risorse aggiuntive in entrata. Il tavolo tecnico di monitoraggio ha in sostanza ribadito la validità del nostro piano di risanamento, a conferma degli attestati positivi che erano giunti anche a livello politico. È un piano - continua Mazzocca, che a Roma sta partecipando alla riunione sulla fissazione dei criteri per la ripartizione del Fondo sanitario nazionale - che, come tutti sanno, guarda con attenzione alla spesa farmaceutica e alla revisione della rete ospedaliera secondo un criterio di economicità che evidentemente, visti i risultati a cui è giunto l'ultimo tavolo tecnico, è condiviso anche dai responsabili del ministero dell'Economia e della Sanità».
Lo stesso tavolo tecnico ha inoltre riconosciuto valide, anche ai fini economici, in riferimento all'articolo 88 della disegno di legge Finanziaria 2007, le operazioni di cartolarizzazioni degli anni 2004-2005, confermando che sussistono i requisiti di legge per attribuire a tali operazioni la certezza e il vincolo delle risorse. Dal punto di vista tecnico, le risorse aggiuntive attribuire alla Regione Abruzzo dal tavolo tecnico provengono per 48 milioni dal fondo transitorio per l'anno 2006 e dal fondo ripiano perdite per 32 milioni.
26/10/2006 17.37