Pescara 2009, Del Turco: «Fondi solo per le opere che serviranno agli abruzzesi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

927

ABRUZZO. Un piccolo, piccolissimo passo indietro della Regione che adesso si dice pronta a finanziare le opere “destinate a rimanere nel patrimonio degli abruzzesi” al termine dei giochi del Mediterraneo del 2009.
Se fino a ieri del Turco era stato chiaro sul ruolo dell'amministrazione regionale (“non ho intenzione di spendere 1 euro”) adesso, in vista del responso del comitato internazionale, ieri ha comunicato al Consiglio regionale che almeno per le opere che rimarranno sul territorio se ne può parlare.

''La Regione, è bene chiarirlo subito”, ha aggiunto il governatore, “farà tutto quello che dovrà fare ma solo
nell'ottica di opere che rimarranno nelle disponibilità degli abruzzesi una volta terminati i Giochi. Questo il governo lo sa benissimo e siamo i primi a seguire con attenzione l'opera di mediazione del Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Enrico Letta, che ha detto di voler mettere intorno ad uno stesso tavolo tutti i rappresentanti degli enti istituzionali individuati''.
Del Turco ha poi ribadito che ''tutte le altre spese sono fuori dalla competenza della Regione''. ''Come si sa - ha spiegato - il
comitato organizzatore è chiamato ad ospitare tutte le delegazioni internazionali che prendono parte alla manifestazione. Si tratta di spese che ammontano a 8-9 milioni di euro, e la Regione non pagherà rimborsi spesa di alcun genere''.

18/10/2006 9.00