Incendi. Ridotti del 97% gli ettari bruciati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

748

ABRUZZO. Forse per la mutuata coscienza civile dei cittadini abruzzesi sta di fatto che si è riusciti a ridurre di oltre il 97% il numero degli ettari di superficie percorsa dalle fiamme: da 5.103 ettari del 2000, siamo passati a soli 167 nel 2006. Sono i dati diffusi dalla Regione oggi.
L'assessore alla protezione civile, Tommaso Ginoble, ha sintetizzato, oggi, i risultati della campagna Aib (antincendio boschivo) che si è conclusa lo scorso 30 settembre facendo registrare risultati da record: 36 incendi boschivi, 86,90 ettari di superficie boscata percorsa dal fuco, 80,30 ettari di superficie non boscata percorsa dal fuoco, 167,20 ettari di superficie totale percorsa dal fuoco, 115 operatori impegnati quotidianamente, 3.000 chilometri percorsi quotidianamente dai mezzi di avvistamento e controllo.
«Un trend positivo che va nel senso di una maggiore attenzione all'ambiente, alla prevenzione e di una coscienza civica più consapevole e responsabile di tutti i cittadini».
Alla conferenza stampa che si è tenuta oggi, hanno partecipato il direttore regionale dei Vvf per l'Abruzzo, Dante Ambrosini, il responsabile del Comando regionale Cfs Abruzzo, Giuseppe Polci, il rappresentante delle associazioni di volontariato di protezione civile, Saverio Di Fiore, il direttore della protezione civile della Regione Abruzzo, Pierluigi Caputi.
Quest'ultimo, leggendo i dati, ha sottolineato che questi risultati sono stati reggiunti grazie ad una accresciuta capacità di monitoraggio dell'intero territorio abruzzese che ha consentito di essere più tempestivi nell'aggredire le fiamme prima che queste diventassero incontrollabili.
16/10/2006 14.06