Alta formazione: prorogati i termini dei bandi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

846


Su proposta dell'assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani, sono stati prorogati, con determina del direttore regionale delle politiche attive del lavoro, i termini di scadenza del bando POL _ AF, Poli per l'alta formazione tecnico scientifica e l'innovazione, pubblicato il 10 agosto scorso sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea (GUUE).
L'ultimo termine utile per il ricevimento delle domande di partecipazione è ora il prossimo 5 novembre, quindi ventuno giorni oltre la scadenza originaria del 15 ottobre.
L'avviso di variazione del bando è presente da oggi sul sito della Regione oltre che sul GUUE.
Il bando, rientrante nel Por 2000-2006, prevede un appalto pubblico da 4 milioni 480 mila euro per la gestione e la realizzazione di iniziative di alta formazione per l'innovazione dei settori manifatturiero e dei servizi.
«Abbiamo recepito le esigenze di quanti, associazioni degli industriali e sindacati, ci avevano chiesto un differimento della data di scadenza per organizzare meglio l'attività di progettazione, date anche le difficoltà legate al periodo estivo» ha chiarito Fabbiani «ma il bando resta così com'è. Del resto, non si possono cambiare in corsa le regole del gioco. Ma è importante ribadire che auspichiamo la più ampia e più qualificata partecipazione possibile del sistema produttivo regionale in partenariato con il mondo delle Università, della Ricerca e degli Organismi di formazione per sperare in ricadute rilevanti sul nostro territorio. Non per nulla» ha aggiunto Fabbiani «uno dei criteri del bando prevede che a partecipare siano aziende con almeno 250 dipendenti e con sede in Abruzzo».
E' la pronta risposta dell'assessore Fabbiani alle sollecitazioni giunte da Cgil, Cisl e Uil e da Confindustria Abruzzo di posticipare la scadenza del bando che, invece, aveva ricevuto la piena approvazione del Comitato di Coordinamento regionale delle Università abruzzesi (CCRUA).

04/10/2006 10.31