Turismo in Abruzzo, +5% (provvisorio)

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

767

Turismo in Abruzzo, +5% (provvisorio)
PESCARA. Sono stati presentati questa mattina dall’assessore regionale al Turismo Enrico Paolini i dati parziali dei flussi turistici nei mesi estivi di giugno, luglio, e agosto 2006. Si tratta di una prima stima approssimativa di tutta la mole di dati ancora da incamerare.
Secondo le prime stime sembrerebbe che i turisti abbiano scelto, più che in passato, di trascorrere le proprie ferie in Abruzzo. Dati parziali incoraggianti che fanno registrare un afflusso turistico medio del +5% rispetto all'anno precedente.
Il mese di giugno ha fatto registrare un incremento del +2,5% di arrivi di turisti, e un +4,7% nelle presenze (turisti che hanno pernottato per più notti).
Un dato parziale che si rifà al 90% dei dati totali fino ad ora esaminati.
Trand positivo anche per il mese di luglio che ha fatto registrare un +6,5% di arrivi e + 8,0% di presenze (parziali dopo 70% di dati).
Ancora tutto da verificare il risultato di agosto. Attualmente, facendo riferimento al 30% dei numeri già calcolati parrebbe che l'aumento degli arrivi si attesterebbe ad un +6,2% rispetto alla stagione precedente e un +5,1% per le presenze.
«Possiamo ritenerci molto soddisfatti», ha dichiarato Paolini, « e se questi dati dovessero essere riconfermati vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro».
Per i dati definitivi bisognerà aspettare ancora una ventina di giorni, ma nel frattempo ci sono altri numeri certi, quelli del numero di passeggeri stranieri transitati nello scalo aeroportuale abruzzese. .
Secondo le statistiche gennaio-agosto2006 sarebbero stati 109.265 i passeggeri totali (calcolati solo quelli stranieri) che sono transitati dallo scalo di Pescara, circa il 20% in più rispetto al risultato dell'anno scorso (che per il medesimo periodo si fermò a 91.063)
«Questa crescita», ha sottolineato ancora Paolini, «non è da imputare solo all'aumento di destinazioni offerte (le nuove Timisoara, Tirana, Mosca, Kiev) perché, come evidenziano le cifre, anche i passeggeri di Londra e Francoforte, mete consolidate da anni, sono cresciuti».
Il prossimo passo sarà il volo per Barcellona, il cui contratto sarebbe in dirittura d'arrivo.

21/09/2006 13.41