«Meno incidenti mortali sul lavoro»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1447

«Meno incidenti mortali sul lavoro»
L’AQUILA. Sono stati resi pubblici i dati aggiornati dell’Inail sugli infortuni. Per l’ente si tratta di dati in calo. LA NOSTRA INCHIESTA
Sembra diminuire il numero di incidenti mortali sul posto di lavoro secondo i dati forniti dalla direzione regionale Inail Abruzzo nei settori di industria, commercio, agricoltore servizi. Meno 0,7% il numero dei feriti rispetto ai primi sei mesi del 2004. -50% le mortalità.
Per dovere di precisione si aggiunge che quelli dell'inail sono esclusivamente gli incidenti denunciati, cioè quelli che si decide “rendere pubblici” e che secondo i sindacati costituirebbe soltanto una parte escludendo per esempio tutti quei lavoratori in nero o “in grigio” cioè non regolarizzati (che lavorano a tempo pieno, per esempio, ma che sono assunti per il part time).
La situazione in tema sicurezza migliora leggermente rispetto ai primi anni del 2005 che avevano fatto registrare per l'Abruzzo numeri preoccupanti.
Secondo i dati Inail nel 2001 erano stati 24.051 gli incidenti avvenuti sul posto di lavoro, di cui 40 mortali. Calo dell'1,85% nel 2002 per il numero di casi senza risvolti drammatici (23.606) con un aumento però del 12% di casi di decesso (45). Nel 2003 restano quasi invariati numero di feriti e morti rispettivamente con 23.866 e 45.
La situazione migliora nel 2004 con un calo dell'1,5% di feriti denunciati (si arriva a 23.494) e un -13,3% di morti. Dal primo semestre del 2004 al primo semestre 2005 c'è un ulteriore calo del numero dei feriti (- 0,7%) e un incoraggiante - 50% per i casi di decesso. Se nei prime sei mesi del 2004 le vittime erano state 20, da gennaio a giugno 2005 se ne contano 10 (si parla ovviamente dei casi denunciati).
Le aziende ispezionate sono cresciute in 4 anni dal 27,3% passando dalle 3.579 del 2001 alle 4.923 del 2004. Ma se nel 2004 erano state 2470 quelle controllate nei primi sei mesi del 2005 sono state 1.849. Il totale delle verifiche effettuate in questo primo semestre sono state 3.353, quasi più di 1000 rispetto ai primi sei mesi del 2004, quando se ne erano registrate 2.331.
Il numero di ispettori del lavoro e della sicurezza operanti in Abruzzo sono aumentati del 27% e si è passati da 53 del 2001 ha i 73 del primo semestre 2005. Il numero delle aziende attive nella regione erano 124.454 nel 2001: dal primo semestre del 2005 ne sono state contate 130.062.
Il numero di aziende con dipendenti in questo primo semestre e aumentano dell'1,2% rispetto al semestre precedente, il numero di lavoratori dipendenti invece passa dai 239.724 della prima metà dell'anno in corso contro i 236.646 del 2004. Alessandra Lotti 28/10/2005 9.44