Quattro tavoli governativi per risolvere i problemi delle regioni del Sud

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1438

ROMA. Quattro tavoli ognuno dedicato alle priorità del mezzogiorno saranno costituiti dal Governo insieme con le regioni meridionali, sindacati e Confindustria. È quanto annunciato dal Presidente del Consiglio Romano Prodi nel corso della riunione che il Governo ha avuto con regioni, sindacati e Confindustria per discutere di contenuti del documento presentato l'11 luglio scorso.
Il documento era stato poi consegnato ufficialmente al Governo e nella riunione di oggi il Presidente del Consiglio Prodi ha detto di essersi trovato di fronte ad un documento chiaro e preciso.
I quattro tavoli di approfondimento, che saranno dedicati alla fiscalità di vantaggio, alle infrastrutture e ai trasporti, ai sistemi urbani delle città meridionali e all'innovazione e tecnologia, corrispondono ai quattro punti prioritari che le regioni avevano indicato nel documento dell'11 luglio per lo sviluppo e la crescita del sud. Consensi alla disponibilità del Governo sono arrivati dai presidenti delle regioni, dai sindacati e dal presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo.
Il vicepresidente della Regione Abruzzo Enrico Paolini, accompagnato dal responsabile alla programmazione Tiziana Arista, ha parlato di «momento storico per tutto il mezzogiorno che porta davanti al Governo una piattaforma di sviluppo condivisa sulla quale si è concentrato il lavoro degli ultimi due anni. La disponibilità del Governo -ha proseguito Paolini - conferma la validità e la serietà delle proposte delle regioni che hanno evidenziato davanti al Governo l'intenzione di muoversi insieme anziché portare avanti singole battaglie. Dal canto suo - ha concluso Paolini - l'Abruzzo farà la sua parte in quanto la giunta e il Presidente credono molto alla politica propositiva che stanno portando avanti le regioni del mezzogiorno».
Il Presidente della regione Campania Antonio Bassolino ha invece ricordato al Governo lo sforzo portato avanti dalla regioni del mezzogiorno nato con il patto per il mezzogiorno tre ani fa, proseguito con l'incontro di Reggio Calabria nel dicembre scorso e conclusosi oggi davanti al Governo. Nel documento ha ricordato Bassolino, non ci sono tutti i temi che assillano il sud ma ci sono tutte le priorità sulle quali è necessario concentrarsi.
Montezemolo ha ricordato al governo che esistono circa 380 regimi di aiuto alle imprese tra legislazione regionale e nazionale, che sono oggettivamente troppi. Il Presidente di Confindustria ha chiesto di guardare più alla qualità degli investimenti che alla quantità chiedendo misure ad hoc che vengano incontro alle esigenze degli imprenditori.
Secondo le intenzioni del governo i tavoli saranno essenzialmente operativi e dovranno fornire già i primi risultati entro il 30 settembre, in modo da calare le decisioni nella finanziaria 2007.

02/08/2006 11.10