L’Abruzzo porterà competenze in Palestina per la gestione delle acque

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1857

«La Regione Abruzzo ha finanziato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e alcune Regioni e Enti locali (Comuni di Roma, Pisa e Siena) un Programma pluriennale di cooperazione internazionale riguardante l'utilizzo e la gestione di risorse idriche, nonché la costruzione delle reti fognarie in Palestina».
La ha annunciato Gianni Melilla (DS), come Presidente del Comitato per la cooperazione internazionale della Regione Abruzzo.
«In particolare nella Cisgiordania - ha spiegato Melilla - si lamenta una scarsa efficienza del servizio di distribuzione dell'acqua. A Gaza, in ragione dell'alta densità abitativa, vi è un insufficiente approvvigionamento idrico e per l'agricoltura l'acqua destinata all'irrigazione dei campi è assolutamente carente. Il Programma intende fornire alle municipalità palestinesi un supporto tecnico e organizzativo per la gestione delle acque e la costruzione delle reti fognarie. Sull'agricoltura una attenzione specifica è riservata a un progetto per la conservazione, distribuzione e commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli; in particolare a Betlemme dove si opererà per certificare i prodotti artigianali e agricoli della zona attraverso la creazione del marchio “Made in Betlemme” da promuovere con la partecipazione a fiere di settore. Al fine di stimolare e coinvolgere gli Enti locali abruzzesi interessati», aggiunge Melilla, «è possibile per loro partecipare a questo Programma per la Palestina mediante l'assunzione di “micro progetti”, con un impegno di spesa variante da 10 mila a 50 mila euro ciascuno, che possono dare risposte concrete ai bisogni primari delle popolazioni palestinesi. L'impegno per la pace in Palestina e Israele si alimenta anche attraverso lo sviluppo degli aiuti umanitari e la cooperazione internazionale. A maggior ragione in un momenti in cui il terrorismo e la guerra sembrano prevalere sulla convivenza pacifica tra i popoli e gli Stati del Medio Oriente».

28/07/2006 8.30