Anche l’Abruzzo contribuirà a costruire la grande regione dell’Adriatico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

721

ABRUZZO. Turismo, infrastrutture, cultura, trasporti, tutela e valorizzazioni ambientale e risorse umane. Sono questi gli assi strategici e di sviluppo della prima bozza del nuovo programma comunitario di cooperazione transfrontaliero Adriatico-IPA in attuazione nel periodo 2007-2013 e dotato di un finanziamento complessivo di circa 250 milioni di euro.
L'ipotesi programmatica è stata preparata dalla Regione Abruzzo nella sua veste di capofila del programma ed autorità di gestione del programma di cooperazione Interreg IIIA Transfrontaliero Adriatico, in scadenza alla fine di questo anno, e che sarà sostituito proprio dal nuovo programma. Il primo elaborato è stata consegnato alle sei regioni ed ai quattro Stati partner dell'Abruzzo nel corso dell'incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Spalato.
Ora le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Molise, Puglia, e gli Stati di Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia e Serbia Montenegro, avranno tempo fino a settembre per "suggerire" integrazioni.
A fine settembre è in programma una nuova riunione della task force.
Poi, il draft sarà presentato all'Unione europea entro il mese di novembre.
Su queste indicazioni la competente commissione europea varerà il nuovo programma. La nuova azione è destinata a segnare lo sviluppo di un'unica grande regione adriatica: a tale proposito, una importante novità è il possibile allargamento a nuovi partner.
La Slovenia e la Grecia hanno presentato infatti all'Unione europea istanze per essere coinvolte. Intanto, entro la prima metà di settembre saranno definite le graduatorie del bando conclusivo del programma Interreg III A Transfrontaliero Adriatico che prevede una quota complessiva di finanziamenti di circa 40 milioni di euro.
Rilevante la capacità progettuale.
Le proposte pervenute alla Regione sono 347 per una portata complessiva di finanziamento di circa 200 milioni di euro. In questa interessante "massa", l'Abruzzo è presente in 157 progetti: in 85 come lead partner, nelle restanti 72 come partner. Gli assi strategici sui cui si fonda questo programma sono la tutela e la valorizzazione ambientale e culturale ed infrastrutturale, l'integrazione economica dei sistemi produttivi, le azioni di rafforzamento della cooperazione e l'assistenza tecnica all'attuazione del programma.

19/07/2006 10.35