3 milioni alle Province per i danni delle nevicate del 2005

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

638

Due milioni e quattrocentomila euro da ripartire sulla base dei chilometri delle rispettive reti stradali e dei danni effettivamente subiti da ogni territorio; seicentomila euro da destinare all'acquisto di quattro mezzi polifunzionali – spazzaneve d'inverno e antincendio d'estate – che verranno ceduti dalla Regione alle Province in comodato d'uso.
Questo l'impegno dell'assessore regionale ai Trasporti e alla Protezione Civile, Tommaso Ginoble, che questa mattina ha incontrato a L'Aquila i rappresentanti delle quattro Province abruzzesi per concertare metodi e modalità per la ripartizione dei finanziamenti derivanti dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sullo stato di calamità, relativo, quest'ultimo, alle eccezionali nevicate verificatesi in Abruzzo fra gennaio e marzo del 2005.
Alla riunione erano presenti il vicepresidente della Provincia di Teramo, Giulio Sottanelli; l'assessore ai lavori pubblici della Provincia dell'Aquila, Pio Alleva:i dirigenti di settore, Carlo Cristini e Vittorio Di Biase, rispettivamente della Provincia di Chieti e della Provincia di Pescara.
«Le risorse sono esigue – ha commentato al termine della riunione, Giulio Sottanelli – ma prendiamo atto dell'impegno dell'assessore regionale che ha premuto sul Governo affinchè il decreto sullo stato di calamità fosse finanziato. Inoltre, abbiamo apprezzato le modalità scelte per la ripartizione della somma; non un mero calcolo sui chilometri della rete stradale ma anche la valutazione dei danni effettivamente subiti da ogni provincia».
soddisfatto l'assessore provinciale aquilano, Pio Alleva, per il quale: «Finalmente c'è una risposta sia in termini economici che sulle questioni di metodo. Il modo con il quale Ginoble ha affrontato questo annoso problema lascia spazio alla concertazione– ha dichiarato – e ci auguriamo che questo valga anche per il futuro».

17/07/2006 15.15