Comuni ricicloni 2006: in Abruzzo Orsogna è prima, anzi no

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1205

ABRUZZO. Nove i comuni che hanno realizzato una percentuale superiore al 35%. Ma secondo il sindaco di Fara San Martino sarebbe il suo paese il primo in regione.   IL NOSTRO SPECIALE SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

ABRUZZO. Nove i comuni che hanno realizzato una percentuale superiore al 35%. Ma secondo il sindaco di Fara San Martino sarebbe il suo paese il primo in regione.


 
IL NOSTRO SPECIALE SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA


E' ancora il Veneto, capitanato dalla provincia di Treviso, a sbaragliare l'annuale classifica di Legambiente che mette in fila i Comuni Ricicloni d'Italia. Vincitore assoluto è Maserada sul Piave, 7.500 abitanti, che soffia il podio a Roncade, altro comune trevigiano, vincitore dello scorso anno.
«Fotografiamo ancora una volta un Paese non sincronizzato, con un nord che migliora risultati spesso già eccellenti e un sud che, salvo alcuni sporadici casi, fatica a ingranare la marcia giusta presentando un quadro d'insieme desolante» ha dichiarato Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente.
Nella presentazione ufficiale di ieri a Roma uno spazio tutto particolare è stato riservato all'Abruzzo, che si è presentato all'affollatissimo appuntamento con due iniziative originali, giudicate meritevoli di un'attenzione nazionale.
«La nostra regione non brilla sul piano nazionale – ha dichiarato Luzio Nelli, responsabile regionale rifiuti Legambiente - per percentuali di raccolta differenziata e per numero di comuni premiati, frutto di un settore che da oltre 10 anni è stato abbandonato a se stesso senza una programmazione regionale. Ma oggi, a Roma, abbiamo presentato due iniziative che indicano una auspicata e doverosa inversione di tendenza. E' stato premiato l'assessore regionale all'ambiente Caramanico per la delibera che riconosce incentivi economici ai comuni che hanno superato il 40% di raccolta differenziata. Insieme al piano regionale, in corso di redazione, è la testimonianza un impegno concreto. Altrettanto importante è l'impegno che oggi il comune di Pescara ha assunto sottoscrivendo un patto di gemellaggio con Monza. Comune lombardo assimilabile per molti aspetti a quello abruzzese, ma riciclone al 47%. Anche da questi impegni ci attendiamo un deciso salto in avanti in regione nella direzione di una avanzata e moderna gestione dei rifiuti».


Ma torniamo alle classifiche.
Sono solo 9 i comuni abruzzesi che hanno trovato posto nella graduatoria.
Orsogna 55,86 %
Fara S. Martino 49,60 %
Cupello 48,45 %
Castelfrentano 41,38 %
S. Vito Chietino 38,52 %
S. Giovanni Teatino 37,05 %
Fossacesia 35,40 %
Rocca S. Giovanni 36,96 %
S. Giovani Lipioni 36,96 %

Una citazione speciale hanno ricevuto i comuni di Orsogna, per la migliore raccolta del verde e dell'organico nei comuni del Centro Italia, ed il comune di Fara S. Martino, per la migliore raccolta dell'alluminio. Spicca l'assenza di comuni delle province di Teramo, Pescara e L'Aquila. E' una grave carenza, attribuibile in primo luogo ai comuni stessi, poiché la partecipazione alla manifestazione di Comuni Ricicloni è volontaria e sollecitata da Legambiente. Neanche le situazioni di grave emergenza di intere province (Teramo) o la “disattenzione” di altri attori del settore, possono giustificare questa assenza, che danneggia le amministrazioni che stanno bene operando, come il comune di S. Egidio alla Vibrata, che ha raggiunto il 75% i raccolta differenziata. L'edizione regionale abruzzese di Comuni Ricicloni, prevista per l'autunno, potrà recuperare questo ritardo.


IL SINDACO DI FARA: «SIAMO NOI I PRIMI»

«Fara San Martino», spiega il sindaco Antonio Tavani, «alla prese con un progetto innovativo partito alla fine del 2002, già l'anno scorso aveva ottenuto il premio come Comune Riciclone 2005, con il risultato del 31,6% di Raccolta Differenziata raggiunta nell'anno solare 2004. Quest'anno i rigorosi dati di Legambiente – tenuti nascosti fino alla premiazione – e la straordinaria partecipazione della cittadinanza farese alla politica di raccolta differenziata porta a porta lanciata ormai anni sul territorio hanno riservato una grandissima sorpresa: Fara San Martino n. 1 in Abruzzo.
Infatti», secondo Tavani, «la percentuale di Raccolta Differenziata al dicembre 2005 pur pari al 49,6%, corretta e ponderata con i meccanismi del Premio Comune Riciclone che tengono conto di 22 parametri (efficienza del servizio, dati scomposti, tariffa, ecc.), pongono Fara San Martino al quarto posto nel centro Italia e al primo posto assoluto in Abruzzo».
Dato che come abbiamo visto tuttavia contrasta con quelli ufficiali di Legambiente.

13/07/2006 8.23