Abruzzo chiama Brasile: creare rete per sviluppare cooperazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1708

Anche l'Abruzzo entrerà nel progetto di cooperazione internazionale "100 città per 100 progetti per il Brasile", iniziativa che mira alla nascita di una rete di città italiane che collaboreranno con le municipalità brasiliane nel promuovere ed incrementare la cooperazione decentrata, coinvolgendo anche la società civile locale.
Il progetto sarà portato all'attenzione della Giunta regionale dall'assessore ai Lavori Pubblici, Mimmo Srour, che spiega come «la condizione di periferia delle città del Brasile implica da un lato grande carenza di servizi e infrastrutture e dall'altro risorse insufficienti per affrontare i problemi, terreno fertile - aggiunge Srour - per cooperare e investire le nostre esperienze».
Un partenariato istituzionale e tematico che si focalizza su cinque settori di intervento con lo scopo di trasferire conoscenze e competenze specifiche.
«Tra i settori di investimento - spiega l'assessore -, un occhio di riguardo è concentrato sulla gestione delle risorse idriche e sulle politiche della casa con lo scopo di utilizzare le competenze e le esperienze dei nostri Enti e delle istituzioni italiane per creare una dinamica di reciproco scambio e rafforzamento».
Gli altri settori di investimento, concordati con i partner brasiliani, sono: i rifiuti, l'infanzia e adolescenza, i diritti delle donne ed i trasporti. Il protocollo d'intesa che dà vita al progetto di cooperazione è stato firmato da Anci e Upi e, per la parte brasiliana, da Fnp (Frente nacional dos Prefeitos) rappresentato dal sindaco di Belo Horizonte.
«A livello regionale - prosegue Srour - significativa sarà la collaborazione tecnica delle cinque Ater, con la creazione di tavoli di lavoro sulla politica della casa. Infine - conclude l'assessore ai Lavori pubblici - la partecipazioni ai progetti si basa esclusivamente sull'investimento di conoscenze, con la speranza di arrivare in un futuro prossimo alla realizzazione di investimenti reciproci».

07/07/2006 14.21