Intesa per il nuovo patto per la sanità ma «occorrono nuove risorse»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1251

ABRUZZO. Commenti entusiasti da aprte del presidente Del Turco dopo i lavori della Conferenza delle Regioni. Intanto domani incontro con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

«Le regioni hanno trovato un'intesa per contrattare con il governo un nuovo patto per la sanità: dopo quello del 2001, questo può diventare la parte conclusiva di un grande processo di risanamento». Con queste parole, il Presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, ha commentato l'andamento dei lavori della Conferenza delle Regioni convocata per l'esame del Dpef 2007 e del nuovo patto sulla sanità, in corso a Roma nella sede del Cinsedo.
«Questo patto», ha aggiunto, «si deve fondare su un rigoroso impegno delle regioni che stanno nei guai - e noi siamo tra queste - per rientrare entro tempi certi e con sistemi di controllo del risanamento della spesa che siano misurabili e verificabili trimestralmente».
Secondo Del Turco il governo dovrà mettere a disposizione delle risorse aggiuntive perché accanto al risanamento della spesa delle regioni ci siano degli investimenti che garantiscano un «livello alto di protezione della salute di cittadini».
«Si tratta di un accordo molto complesso, ma è la proposta di un patto che deve prevedere livelli di controllo di grandissima efficacia: noi siamo pronti».
E domani Del Turco domani, alle 10, sarà a Roma, a palazzo del Quirinale, per incontra il capo dello Stato, Giorgio Napolitano insieme agli altri presidenti delle regioni italiane.
Si tratta del primo incontro ufficiale tra il neo presidente della Repubblica e i rappresentanti di ciascuna Regione.

04/07/2006 19.07